Treedom: crescere un albero a distanza? Ora puoi!

Si chiama Treedom ed è la piattaforma che ti permette di piantare o regalare un albero e seguirne la crescita. Può essere un’idea per un regalo da fare a un altro o a se stessi, crescere un singolo albero o creare la propria personale foresta, contribuendo così al benessere della comunità.

Treedom è la start up creata da Federico Garcea e Tommaso Speroni che ha coinvolto i contadini dell’Italia, del Senegal, del Kenya, del Camerun e Haiti. Perché regalare o acquistare un albero? Per festeggiare un lieto evento come una nascita, un compleanno, un matrimonio, o semplicemente per fare qualcosa di buono per l’ambiente. Da quanto la start up è nata nel 2010 a Firenze sono stati piantati più di seicentomila alberi. Dal 2014 Treedom fa parte delle Certified B Corporations, network di imprese che si contraddistinguono per elevate performance ambientali e sociali.

Nel momento in cui si sceglie di acquistare un albero (https://www.treedom.net/it/) questo viene realmente piantato e curato da contadini, mentre l’utente può seguirne la crescita tramite il sito. La scelta dei luoghi dove è possibile piantare gli alberi non è casuale: vengono aiutate quelle comunità agricole che appartengono a realtà meno fortunate o, nel caso dell’Italia, si tratta del riutilizzo dei terreni sottratti alle mafie. Sugli alberi è possibile anche scrivere dei messaggi, creando così una vera e propria community, permettendo agli utenti di interagire tra le loro foreste. Non si tratta di un semplice acquisto online, ogni albero ha una propria pagina e l’utente può conoscerne la posizione grazie alla geolocalizzazione oltre che ricevere foto per monitorare la crescita e fioritura dello stesso. Attraverso il sito è poi possibile analizzare anche quale è stato il proprio consumo di CO2 giornaliero in base alle proprie attività e scoprire quanta di questa anidride carbonica sia stata trasformata in ossigeno dal proprio albero. Anche Jovanotti ha creato la sua personale foresta: ha comprato dodicimila alberi per mettersi in pari con le emissioni di anidride carbonica del suo tour.

La scelta degli alberi è vasta e il costo per l’acquisto varia dai cinque ai trenta euro. La limited edition natalizia permette di acquistare alberi di avocado, neem o baobab che verrebbero piantati in Kenya, caffè in Equador o cacao in Camerun. Ma si può scegliere ancora tra alberi di mango, ciliegio, palissandro, banano, gelso bianco. La scheda del singolo albero è corredata dalle informazioni circa la sicurezza alimentare, l’assorbimento di CO2, lo sviluppo economico del territorio e la protezione ambientale. Nel caso in cui si voglia regalare l’albero a terzi è possibile scegliere anche tra i dodici alberi zodiacali.

Sebbene siano le donne tra i trenta e i quarantacinque anni le maggiori usufruitrici di tale servizio, la speranza è che Treedom diventi sempre più conosciuto di modo che, accanto al piacere e al divertimento di monitorare la crescita del proprio albero, si possa contemporaneamente anche fare il bene di popolazioni più bisognose e dell’ambiente.

 

Francesca Caianiello

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi