Primo PianoSport & Benessere

Viaggio attraverso i momenti salienti dello sport negli ultimi anni

Lo sport ha passato anni difficili negli ultimi tempi, a causa del COVID-19 che ancora non ci dà pace, che ha causato restrizioni su restrizioni. 

Il virus è come un circolo vizioso che non dà tregua, che non lascia la presa a tempi migliori affinché ci sia un netto miglioramento per l’attività degli atleti.

Eppure di momenti indimenticabili, lo sport, n’è stato pieno nonostante il lungo periodo difficile che ancora ci investe e dare uno sguardo nostalgico al passato, ogni tanto, fa più che bene.

Curiosi di quali siano alcuni dei momenti salienti dello sport negli ultimi anni? Bene, andiamo a scoprirli insieme!

Inizierei questa carrellata di successi dal 2018, anno in cui l’Europa vince la Ryder Cup, torneo storico di golf in cui il vecchio continente si sfida con gli Stati Uniti d’America. A segnare il punto decisivo fu l’italiano Francesco Molinari, che sconfigge Phil Mickelson, consegnando all’Europa la Ryder Cup per la 14esima volta.

Ma non fu l’unica conquista italiana di quell’anno: la nazionale femminile di pallavolo, che nel 2018 mancò per un soffio il titolo mondiale, fece incetta di un’incredibile quantità di premi individuali. 

Nonostante abbia perso contro la Serbia in finale, l’Italia può vantare nel proprio arsenale il miglior opposto (Egonu), la miglior schiacciatrice (Sylla), il miglior libero (De Gennaro) e la miglior palleggiatrice (Malinov) al mondo.

Quando il tennista italiano Jannik Sinner batté il 18° al mondo Alex De Minaur all’Atp Finals Next Gen era novembre 2019, e il COVID-19 era –  ancora per poco – un argomento sconosciuto. Il 18enne italiano, che sconfisse l’australiano 4-2, 4-1, 4-2, divenne il più giovane vincitore di un torneo, oltre ad essere il primo italiano ad alzare il trofeo.

A maggio 2019, invece, ci fu una vittoria che gli amanti del basket non possono non ricordarsi: sto parlando della vittoria storica della compagine canadese dei Toronto Raptors nel campionato americano NBA.

La squadra canadese vinse contro i Golden State Warriors, battendoli 114 a 110; ai tempi i Golden State Warriors erano super favoriti per il titolo, in quanto avevano conquistato 3 degli ultimi 4 campionati, avendo inoltre la squadra più forte della lega.

Ma i Warriors furono penalizzati da una serie di gravi infortuni, dando così la possibilità di far vincere il campionato per la prima volta ai Raptors, risultando anche la prima squadra canadese ad aver vinto un titolo NBA.

Ma come si può non includere nell’articolo la vittoria dell’Italia femminile di calcio ai Mondiali 2019? Fu uno dei momenti più straordinari dell’anno, dove le azzurre sconfissero l’Australia 2-1, portando sotto i riflettori il calcio femminile.

Il calcio femminile ebbe sicuramente maggior rilievo dopo quella storica vittoria, dove Barbara Bonansea anticipava di testa la rivale Lydia Williams, portando la compagine azzurra alla seconda rete.

Purtroppo per l’Italia, il viaggio dei Mondiali 2019 si concluderà ai quarti di finale, dove perse contro l’Olanda, ma ciò non toglie che le azzurre scrissero la storia del calcio italiano femminile!

Foto Massimo Paolone/LaPresse via Il Fatto Quotidiano

Continuando il viaggio dei momenti di maggior risalto degli ultimi anni, passiamo al 2020, anno dove la pandemia ha avuto il boom e dove lo sport è stato particolarmente colpito a causa dei continui rinvii degli eventi, tra cui anche le Olimpiadi di Tokyo 2020.

Uno dei primi eventi che ha caratterizzato il primo anno di pandemia, è stata la vittoria del secondo titolo del Super Bowl della squadra di Football Americano Kansas City Chiefs, a distanza di ben cinquanta anni dal primo. 

E non solo: il quarterback Patrick Mahomes viene inoltre incoronato come il più giovane MVP (Most Valuable Player, in italiano ‘Miglior giocatore’) nella storia del torneo, oltre ad essere stato il secondo quarterback afroamericano a riuscirci dopo Doug Williams.

Photo by Ezra Shaw/Getty Images via Il Post

Chi ama il calcio, in particolare la squadra del Napoli, ricorderà sicuramente questo avvenimento: il 13 giugno 2020, in una semifinale di Coppa Italia contro l’Inter, con un gol l’attaccante belga Dries Mertens diventa il miglior marcatore della squadra partenopea con il totale di 122 reti. Così facendo Mertens supera Hamsik, che aveva totalizzato solo una rete in meno.

Il 2021 è stato invece caratterizzato dai Giochi Olimpici, che inizialmente dovevano svolgersi nel 2020 nella capitale nipponica ma rinviati causa COVID-19. Ma nonostante il rinvio, ci sono stati davvero tantissimi momenti che hanno fatto stare sulle spine l’intero mondo sportivo!

Ad incominciare dalla storia della ginnasta Vanessa Ferrari: per ben tre Olimpiadi ha sempre sfiorato il podio per una manciata di decimi, ritornando a casa con dell’amaro in bocca e con la così detta “medaglia di legno”.

Ma a Tokyo 2020, sua quarta Olimpiade, ha spezzato la maledizione della “medaglia di legno”: sulle note di Con te partirò di Andrea Bocelli, è riuscita a conquistarsi la medaglia d’argento al corpo libero, scrivendo così la storia della ginnastica artistica italiana!

Altra conquista storica è quella di Marcell Jacobs, che nei 100 metri delle Olimpiadi di Tokyo 2020 conquista non solo il primo posto, ma con il tempo di 9.80 diventa l’uomo più veloce del mondo registrando inoltre il record europeo.

Irene Ippolito 

Copertina: Pixabay

Leggi anche: Come si è evoluto il calcio

Iris Ippolito

Sono Irene “Iris” Ippolito, classe 2002 nata e cresciuta a Napoli. Tra un libro ed un altro, ho scoperto di voler lavorare nel mondo dello spettacolo e della scrittura, iscrivendomi di conseguenza al corso di laurea Discipline delle Arti Visive, della Musica e dello Spettacolo all’Università degli Studi di Salerno. La mia passione per lo spettacolo è nata grazie anche al laboratorio teatrale ScugnizzArt, che mi ha accompagnato alla scoperta di me stessa per ben 3 anni. Lo sport è quel mondo che mi ha dato la spinta di mettermi in gioco nella scrittura, diventando il mio migliore amico.
Back to top button