DisegniExtraPrimo Piano

Guida e curiosità sui piatti giapponesi più iconici

Oggi il menù prevede ramen e una sfilza di hosomaki

Pronti a sbavare insieme? 

Il ramen, tipico piatto giapponese è costituito dai noodles di grano, molto simili agli spaghetti, immersi in un brodo di carne e a volte di pesce. Il tutto è accompagnato da lonza di maiale, cipollotti e uova sode. Gli ingredienti possono variare, infatti ne esistono anche di vegetariani

Quindi ce n’è davvero per tutti i gusti! 

La sua origine è ancora incerta anche se, alcune fonti, sostengono che il ramen sia nato in Cina. 

E così come la sua origine, ad essere incerta è anche l’etimologia del nome stesso. 

La parola ramen potrebbe essere la pronuncia giapponese di La mian, parola cinese, che tradotta sta per “tagliatelle tirate a mano”.

Un’altra teoria invece sostiene che il nome sia legato all’operazione di mescolare il brodo dei noodles.

Preparare il ramen a casa è davvero semplice. Oggi è molto comune trovarli nei nostri supermercati, spesso già confezionati insieme ai vari aromi. 

Tra i vari ingredienti troviamo il naruto. Si presenta come piccoli dischetti, molto carini, di colore bianco e rosa che spesso troviamo come guarnizione nei piatti di ramen serviti ai ristoranti asiatici.

Il naruto è anche conosciuto con il termine kamaboko e altro non sono che un impasto di surimi, pesce azzurro e crostacei. Da questo si creano dei panetti che verranno poi cotti al forno e successivamente tagliati a dischi.

L’hosomaki  fa parte della categoria Makizushi che significa letteralmente “sushi arrotolato”.

Questa racchiude tutto quel sushi che ha come ingrediente onnipresente l’alga nori secca.

A differenza del ramen, è un piatto difficile da preparare, anche se dal suo aspetto non si direbbe. Composto da pochi ingredienti, è di forma cilindrica: l’interno, di riso e salmone, è chiuso nell’abbraccio di alga nori.

Una piccolissima opera d’arte che, inzuppata nella salsa di soia, diventa una vera e propria prelibatezza.

Per preparare gli hosomaki è necessario il makisu, un tappetino composto da legni di bambù tenuti insieme da delle corde di cotone. Il makisu è utilizzato per arrotolare i vari tipi di sushi (i rolls), così da creare degli involtini perfetti e che non rischiano di sfaldarsi.

Illustrazione e didascalia di Enza Galiano
Vedi anche: I tre modi per dire “ti amo” in giapponese

Enza Galiano

Sono Vincenza Galiano. Ma suona meglio Enza. Amo disegnare e già da piccola riempivo di mostruosi scarabocchi le agende di papà e i fazzoletti da cucina di nonna. Oggi frequento l'Accademia di belle arti di Napoli. Continuo ad imbrattare fogli e tutto ciò che mi trovo sotto mano con la speranza di fare dell'illustrazione il mio lavoro.
Back to top button