Arte & CulturaPrimo PianoUncategorized

Il regno incantato di Napoli tra Storia e Mito

L’anno appena trascorso è stato duro per tutti, la pandemia ha messo a dura prova la nostra capacità di sognare e di credere che andrà tutto bene.

Eppure – il Decamerone insegna – nelle narrazioni si può trovare rifugio dalle paure del domani, nelle storie la speranza di un futuro privo di affanni.

E per i bambini, tanto provati nell’immaginazione da questi mesi di isolamento e didattica a distanza, è sorto a dicembre 2020 il perfetto riparo dalle ansie degli adulti, una raccolta di racconti fiabeschi che ha in sé un piacevole connubio di fatti e leggenda.

Napoli, città ricca di vita, intessuta di Storia e Mito, è la protagonista di Storie di Napoli. Il regno incantato, raccolta di racconti edita dalla casa editrice indipendente Neapolis Alma. Nata dalla penna di molteplici autori innamorati della città, la raccolta custodisce già nel titolo la bellezza della sua materia narrante, accompagnata da suggestive illustrazioni che animano le pagine con tratti decisi e colori brillanti.

Illustrazioni di: Chiara Guarino, Giorgia d’Emilio, Laura Capuano.

I talentuosi giovani autori di Storie di Napoli trascinano i piccoli lettori in un viaggio alla scoperta di tesori sepolti e figure mitologiche, con uno stile narrativo vicino alla fiaba tanto cara ai bambini, rievocando antichi contrasti di luci e ombre tra i vicoli della bella Parthènope e nell’animo dei suoi abitanti.

Illustrazioni di: Anna Margherita Del Vecchio e Flavia Guarracino.

Dalla leggenda del Monaciello alla fiaba di Petrosinella, dal racconto di Urania prima donna sulla Luna al mostruoso coccodrillo del Maschio Angioino, i piccoli lettori esploreranno la città sempre al confine tra realtà e immaginazione, lasciando che il regno incantato risvegli la loro creatività da lunghi mesi assopita e torni a farli sognare.

Illustrazioni di: Lisa Mocciaro, Helga Aversa, Danilo Pergamo.

Come nelle più note fiabe di Giambattista Basile, Le storie di Napoli porta con sé non soltanto bellezza e poesia, ma anche una crudezza viva che dipinge la città come croce e delizia. D’altronde, lo diceva anche Kafka, “Non esistono fiabe non cruente. Tutte le fiabe provengono dalla profondità del sangue e dell’angoscia”.

E nei racconti di questo speciale volume qualche volta si vince, altre volte si perde, ma in pieno spirito napoletano si va avanti sempre, non si ristagna mai. Una lezione che ai bambini va insegnata, un promemoria che gli adulti, leggendo la sera ai piccoli, hanno bisogno di ricevere.

Claudia Moschetti

Illustrazione in copertina a opera di Sara Gironi Carnevale

Potrebbe interessarti: Pinocchio che visse due volte: la vera storia del burattino.

Claudia Moschetti

Claudia Moschetti (Napoli, 1991) è laureata in Filologia Moderna e scrive per un sito universitario. È, inoltre, recensora presso il blog letterario Il Lettore Medio e redattrice per il magazine La Testata. Dal 2015 collabora alla fiera del libro gratuita Ricomincio dai libri, di cui è anche organizzatrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button