#PILLOLADICULTURAExtraPrimo Piano

Forme metriche della poesia lirica: La ballata

Continuando il nostro discorso sui strutture della letteratura italiana, dopo aver parlato del sonetto oggi introduciamo la ballata. 

La ballata appare nell’Italia centro-settentrionale alla metà del Duecento e si tratta di una canzone cantata durante la danza. 

La ballata è formata da una breve strofa, detta ripresa, che si ripete come un ritornello, e da una o più stanze, divise ciascuna in due mutazioni, eguali per versi e rime. Ha lo stesso numero di versi della ripresa e l’ultimo verso rima con il primo della ripresa. 

Abbiamo diversi tipi di ballata: 

  • Grande, con ripresa di quattro versi; 
  • Mezzana, con ripresa di tre versi; 
  • Minore, con ripresa i due versi; 
  • Piccola, con ripresa di un verso; 
  • Minima, con ripresa di un settenario; 
  • Stravagante, con ripresa di cinque versi. 

Per continuare il viaggio alla scoperta della letteratura recupera: Le rime della letteratura italiana.

La Redazione

Ciao! Sono la Redazione de La Testata – Testa l’informazione. Quando non sono impegnata a correggere e pubblicare articoli mi piace giocare a freccette con gli amici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button