IntrattenimentoPrimo Piano

Adam Driver: 5 cose che avresti voluto sapere sull’attore di House of Gucci

House of Gucci, il controverso film di Ridley Scott sulla più famosa famiglia della moda italiana, è uscito al cinema nel novembre del 2021.

Nonostante le recensioni contrastanti, una sola stella brillava a scapito di tutto e tutti: quella intramontabile e meravigliosa dell’attore Adam Driver. 

Adam Driver, l’interprete di Maurizio Gucci ma anche del popolarissimo film del 2019, Storia di un matrimonio, è uno degli attori più amati e talentuosi degli ultimi dieci anni. Le sue interpretazioni intense, emotive ma al contempo compassate lo hanno reso presto una delle star più ricercate dallo star system di Hollywood.

Driver, infatti, è stato parte di grandissimi franchise come la nuova trilogia di Star Wars nella parte del villain Kylo Ren; ma la sua carriera cinematografica è davvero decollata grazie ai suoi ruoli in film drammatici ed introspettivi del cinema più impegnato. 

Ecco 5 cose assolutamente adorabili da sapere su questo attore bello in modo anticonvenzionale, dal viso (e dal leggendario petto) particolare e dalla personalità ancora più bizzarra. 

  • Adam Driver, da bambino, ha organizzato un fight club a scuola

Proprio così, il giovane Adam Driver era rimasto così completamente affascinato dal film del 1999 di David Fincher da aver dato vita ad un suo fight club a scuola. Un effetto collaterale della sua passione giovanile diventato aneddoto divertente da raccontare durante le interviste. 

  • Adam Driver è entrato nei Marines in seguito agli avvenimenti dell’11 settembre

Adam Driver, in seguito all’attentato alle Torri Gemelle dell’11 settembre 2001, ha deciso di servire il suo paese aderendo al corpo militare dei Marines. Tuttavia, la vita è intervenuta con un avvenimento più grande di lui per portarlo sulla giusta strada, quella della recitazione. A causa di una lesione alla spalla, Driver si è ritirato dalla milizia e si è iscritto (per nostra fortuna) al corso di recitazione alla Julliard.

  • Adam Driver odia andare alle prime e agli eventi mondani, una volta interpretato un ruolo non vede l’ora di lasciarlo andare

Adam ha spesso parlato del suo disagio nel partecipare agli eventi mondani riguardanti i suoi lavori sul grande schermo. L’attore, spesso, è infatti assente alle prime o alle premiazioni, come alla premiere di House of Gucci. Driver ha attribuito questo disagio al suo essere impaziente di lasciarsi i ruoli interpretati alle spalle, preparandosi ad entrare nel suo futuro lavoro. 

  • Adam ha un figlio che ha tenuto nascosto per due anni

Adam Driver è un Dilf, esattamente. Fino al 2018, l’esistenza di baby Driver era stata tenuta sotto grandissimo segreto. Il figlio di Adam Driver e sua moglie (dal 2013) Joan Tucker è stato tenuto lontano dai riflettori per due anni prima di essere introdotto al mondo dello spettacolo che adora così tanto il suo papà.

  • Adam, oltre che attore, è anche un musicista di talento

Adam è un uomo dai mille talenti. Come ricordiamo nel film dei fratelli Cohen del 2013, A proposito di Davis – in cui Driver condivide lo schermo con Oscar Isaac – Adam è anche un grande cantante e musicista. Quando era bambino, cantava nel coro della chiesa ed è forse proprio questo uno dei motivi per cui i due registi hanno scelto lui – all’epoca ancora poco conosciuto – per interpretare uno dei protagonisti del film. 

Adam Driver – rubacuori di Hollywood atipico e timido – è uno degli attori che rappresentano lo star system alternativo, quello formato da artisti e non solo star, dallo spessore e non solo dall’apparenza. Insomma, ti amiamo!

Sveva Di Palma
Illustrazione di Sonia Giampaolo

Leggi anche: Troy – la caduta di Troia su Netflix

Sveva Di Palma

Sveva. Un nome strano per una ragazza strana. 32 anni, ossessionata dalla scrittura, dal cibo e dal vino, credo fermamente che vincerò un Pulitzer. Scrivo troppo perché la scrittura mi salva dal mio eterno, improbabile sognare. È la cura. La mia, almeno.
Back to top button