IntrattenimentoPrimo Piano

5 serie TV innovative per il tempo in cui sono state trasmesse

Il mondo delle serie TV ha oggi alle spalle varie decine di anni di storia.

E i titoli prodotti in questo lasso di tempo sono ormai migliaia. Distinguere l’uno dall’altro perciò risulta al giorno d’oggi un po’ difficile.

Ci sono alcune serie, però, che sono riuscite a distaccarsi con gran successo dalle altre, per un motivo o per l’altro. Talune tra queste lo fanno ancora oggi perché sono state capaci di precorrere i tempi, apportando novità nel genere e nelle tematiche trattate all’interno di esso.

Scopriamone perciò cinque:

Friends

Friends è la madre delle sitcom, la regina alla quale tutti guardano, l’esempio che tutti seguono. Friends ha creato un precedente all’interno del mondo della serialità comica e, inoltre, nel farlo ha lanciato dei temi che per l’epoca erano impensabili. Friends ha affrontato l’argomento dell’omosessualità, narrando di una coppia di donne lesbiche. Ha narrato in modo assolutamente innovativo la nascita, parlando di adozione, di fecondazione in vitro e di maternità da single. E lo ha fatto con un’ironia e con una verve da allora rincorse da tutti i prodotti venuti in seguito.

Buffy

Buffy è molto più di una semplice serie su vampiri e cacciatori. Si tratta di un prodotto che ha innovato un genere, fondendone molti e svecchiandolo di gran lunga. Sebbene ci si riferisca a un prodotto figlio degli anni ’90, la serie risulta ancora oggi incredibilmente attuale, grazie a dialoghi freschi e pop, a temi approfonditi anzitempo e a personaggi tridimensionali molto riusciti.

Desperate Housewives

Desperate Housewives è il primo cult che ha mixato sagacemente lo stile da soap opera a quello della commedia, non dimenticando il drama puro. L’amicizia tra le protagoniste ha fatto la storia, così come tutti gli incredibili e assurdi accadimenti che succedevano loro, i quali hanno dato l’esempio a molte serie che si sono susseguite negli anni.

Sex and the City

Sex and the City è una serie sottovalutata, ma mai dimenticata. Si sta parlando di un prodotto che ha sdoganato la sessualità vissuta sotto il punto di vista femminile. Ci si sta riferendo a una serie che ha messo sotto i riflettori il piacere sessuale della donna, ancora oggi sottovalutato. Sex and the City ha dato voce ai desideri di quattro donne estremamente composite e differenti tra esse che, assieme, si rafforzano e si spalleggiano di continuo.

Sense8

Sense8 ha preso tutto ciò che era stato fatto fino a quel momento e ha creato qualcosa di nuovo portando tutto all’ennesima potenza. Sense8 ha estremizzato il sesso, ha spiattellato su schermo realtà crude, ha esasperato l’empatia e ha ottimizzato i rapporti umani. E ha fatto tutto ciò in un’epoca in cui probabilmente lo spettatore medio non era ancora pronto. La serie è infatti stata cancellata, per poi essere riportata in vita dallo strenuo, insistito, ridondante e sempre presente amore dei fan.

Giovanna Iengo
Copertina realizzata dall’autrice dell’articolo

Vedi anche: Serie TV mania: no, reboot e revival non sono sinonimi

Giovanna Iengo

Giovanna Iengo, appassionata di serialità televisiva statunitense e di streamer globalizzati. Si affaccia all'intersezionalità nei panni di alleata e prova a scoprire il mondo, tra un approfondimento e un po' di attualità.
Back to top button