DisegniExtraPrimo Piano

Zerocalcare

Zerocalcare come lo vedo io.

Gli ho tolto il broncio e ho provato a immaginare che forma hanno i suoi pensieri.

Penso che tutti conosciate Zerocalcare, specialmente dopo il suo approdo su Netflix, ebbene avete presente il personaggio no?

Ansioso, ha grandi aspettative su se stesso, romantico, antifascista schierato, fumettista sfigato e disordinato, probabilmente ha un desiderio di rimanere perennemente bambino e non accetta che il tempo passi. Un qualunque giovincello dei nostri tempi.

Ha in comune alcune caratteristiche con certi personaggi di fantasia che negli ultimi anni sono stati molto apprezzati. Le grandi aspettative sono un tema di “Spiderman Into the spider-verse” ad esempio. Poi ha sempre quel broncio dipinto in viso che lo rende al pari di una maschera del teatro o un personaggio Disney, ecco perché ho provato a immaginarlo senza broncio, preso dai suoi pensieri. A guardarlo mi mette un po’ d’ansia

Illustrazione e didascalia di Alessandro Mastroserio

Vedi anche: Squid Game, la serie (non troppo) perfetta di Netflix

Alessandro Mastroserio

Alessandro Mastroserio, classe 1995, nasce a Napoli. Sviluppa sin da piccolo subito un’insana passione per il disegno, insana perché ne abusa durante le lezioni delle materie che non gli piacciono. Le cronache ricordano i giorni dei suoi colloqui al pari del terremoto dell’Aquila 2009. Frequenta la scuola Internazionale di Comics, tra il 2013 e il 2016 studiando sceneggiatura e disegno a fumetti. Il suo sogno è di pubblicare un giorno una sua storia, vi prego aiutatelo. Collabora col magazine da Settembre 2018
Back to top button