IntrattenimentoPrimo Piano

Un giorno a Pescara: tra città, mare e natura

Che siate amanti delle passeggiate in riva al mare, tra le stradine della città, o tra i sentieri immersi nella natura, non preoccupatevi: Pescara può soddisfare ogni vostra esigenza!

Si sa, al mondo esistono tanti tipi di persone e quindi tanti tipi di turisti: c’è chi in un nuovo luogo o in una nuova città, preferisce passeggiare e ammirare ciò che lo circonda, o chi, invece, vuole scavare a fondo per scoprire la storia che si nasconde dietro edifici, musei e monumenti. Che siate l’uno o l’altro tipo di turista non importa! In ogni caso Pescara è la città perfetta per voi, anche se avete un solo giorno per visitarla!

Varie sono le tappe principali nella città abruzzese, e possono essere divise in:

  • Passeggiata con la brezza marina 

Come iniziare al meglio la giornata se non con una rilassante passeggiata sul lungomare di Pescara?

A due passi dalle spiagge che percorrono la costa e dal meraviglioso mare Adriatico, potrete percorrere il lungomare come più preferite, passeggiando a piedi o anche in bici, e fermandovi di tanto in tanto per godervi il paesaggio e la delicata brezza marina. Attraversandolo vi imbatterete sicuramente in una particolare scultura, una fontana chiamata La Nave, la quale rappresenta per l’appunto un’imbarcazione a remi che sta a indicare il legame della città con la pesca.

Arrivati al Ponte del Mare, il più grande ponte ciclo-pedonale italiano e ormai anche simbolo della città, potrete ammirare dall’alto la distesa azzurra che gli dà il nome e i particolarissimi trabocchi, vecchie strutture di legno che spuntano dall’acqua, utilizzate anticamente dai pescatori. Queste piattaforme ormai non sono più usate per la pesca, bensì, alcune tra quelle rimaste sono state adibite a locali e ristoranti dove potersi fermare e avere la sensazione di fluttuare in mezzo al mare gustando buonissimi piatti locali, soprattutto a base di pesce. 

  • “In compagnia della cultura” 

Come tutti ben sanno, Pescara è la città natale di Gabriele D’Annunzio, scrittore, poeta, drammaturgo, militare e simbolo del decadentismo italiano. La casa in cui visse è un edificio settecentesco ed una vera e propria attrazione per tutti coloro che vogliono approfondire la storia della famosa provincia abruzzese e la vita del “poeta Vate”.

Il tour dell’abitazione inizia al pian terreno, dove c’è una saletta nella quale viene proiettato un breve documentario sulla vita di D’Annunzio; proseguendo verso il cortile si potrà visitare la stalla in cui riposava il suo cavallo Silvano, a cui ha dedicato anche una poesia. Il percorso museale inizia nel piano nobile, in cui si possono visitare le stanze che compongono l’abitazione, facendo un vero e proprio tuffo nel passato e rivivendo alcuni momenti cruciali della vita di D’Annunzio, raccontati attraverso didascalie e poesie. L’arredamento storico, le teche contenenti gli abiti del poeta e le sue lettere vi faranno apprezzare ancora di più questo viaggio nella storia della cultura italiana.

  • “Tra i sentieri della pineta”

Dopo aver visitato il luogo in cui D’Annunzio è nato e cresciuto, un’ulteriore tappa per approfondire la vita del poeta, è la Pineta Dannunziana, luogo in cui egli si recava per trovare l’ispirazione per scrivere le sue opere. Alberi secolari, un grande lago, sentieri nascosti, e delle variegate fauna e flora costituiscono un vero e proprio polmone verde in cui trascorrere qualche ora di relax. E se si è fortunati, ci si può imbattere in uno dei tanti eventi che si tengono all’interno del Teatro Monumentale di Gabriele D’Annunzio, un’arena costruita all’interno del parco in suo onore.

Teresa Labriola

Leggi anche Come risparmiare in una città costosa: viaggio a Barcellona

La Redazione

Ciao! Sono la Redazione de La Testata – Testa l’informazione. Quando non sono impegnata a correggere e pubblicare articoli mi piace giocare a freccette con gli amici.
Back to top button