IntrattenimentoPrimo Piano

Come risparmiare in una città costosa: viaggio a Barcellona

Come fare quando d’un tratto si risveglia il nostro spirito avventuriero ma il nostro portafogli è ancora (e per chissà quanto…) dormiente? Facile!
Seguendo i passi di questa vera e propria guida al risparmio potrete organizzare viaggi fantastici e per tutte le tasche, senza sperperare l’intero patrimonio di famiglia!

Per iniziare ecco alcune premesse, per riuscire a partire spendendo il meno possibile non bisogna avere troppe pretese: è davvero raro trovare buone offerte in alta stagione, quindi ci si dovrà accontentare di periodi meno gettonati (il lato positivo è che ci saranno meno turisti), spesso e volentieri bisognerà arrangiarsi, ad esempio col posto in aereo o con le valige in più: sono spese extra che possono essere evitate. Sembrerà scontato dirlo ma prenotare con molti mesi d’anticipo vi farà risparmiare un bel po’.

  1. Prenotare il volo:

Il mio consiglio è di non iniziare ad organizzare nulla con una meta e una data già stabilite, è bello essere flessibili, e in questo caso anche molto utile: di fatti il sito che più consiglio per comprare il vostro volo è www.skyscanner.it. È ottimo perché ha delle opzioni particolari: nella destinazione, anziché una città precisa, si può selezionare la voce “ovunque” e nella data “il mese più conveniente”. Grazie a questi trucchetti vi indirizzerà alla meta e al mese più convenienti per poterla visitare, avrete quindi l’intero mese a disposizione con un prezzo associato ad ogni giorno, così da avere un quadro completo della situazione e scegliere quando sia meglio partire. Lo stesso vale per il ritorno.

barcellona

  1. Prenotare un alloggio:

Quale sito utilizzare per scegliere l’alloggio più conveniente se non www.booking.it? Tutti lo conoscono ma non tutti lo usano al massimo delle sue potenzialità. Una volta a conoscenza della nostra destinazione e dei giorni stabiliti, si può procedere inserendoli nella barra di ricerca di Booking: i primi risultati avranno prezzi accettabili, ma noi sappiamo che si può fare di meglio! In cima alla lista comparirà una barra che ci dice: “Mostra in base a: scelte top – distanza dal centro – numero stelle – prezzo più basso”, ed è proprio quest’ultimo che ci interessa, cliccateci sopra e compariranno strutture con prezzi ancora più convenienti. Se siete ragazzi che si trovano bene negli ostelli e che li hanno già provati non avrete problemi, ma se invece preferite camere private con bagno bisogna cercare con più attenzione. È qui che corre in nostro aiuto l’opzione “Filtra per” con la sua lunga lista di filtri:

 

– bagno privato

– colazione inclusa

– cancellazione gratuita

– camera privata

 

E chi più ne ha più ne metta! Se quello che cerchi è disponibile, Booking te lo troverà.

barcellona

  1. Spostarsi per la città, attrazioni e attività:

Oltre al viaggio e all’alloggio bisognerà assicurarsi di risparmiare anche durante tutta la durata del nostro soggiorno. Barcellona, si sa, è una città davvero grande e per potersi spostare liberamente senza percorrere chilometri a piedi sarà necessario usare ogni tipo di mezzo a disposizione. Gli abbonamenti sono un’ottima idea, di fatti abbiamo la Hola BCN e la Barcelona card.

La prima è una tessera che prevede tutte le linee della metro, gli autobus e non solo, insomma è utilissima per gli spostamenti sui mezzi pubblici, è illimitata così da non dover comprare biglietti ogni volta.

Maggiori informazioni su www.bcnshop.barcelonaturisme.com cercando Hola BCN.

La seconda, utilissima a mio parere, è una tessera che comprende, oltre ai trasporti illimitati, anche l’entrata gratis ad alcune attrazioni e musei e utili sconti per quelli un po’ più famosi. In più gli sconti si estendono anche ad altre attività quali tour guidati, escursioni, ristoranti, locali notturni e spettacoli. Per chi vuole esplorare la città in modo più approfondito, per chi ama i musei e vuole immergersi nelle tradizioni, questa è l’opzione perfetta!

Maggiori informazioni su www.bcnshop.barcelonaturisme.com cercando Barcelona card.

In più c’è un’ultima carta chiamata City pass Barcelona, questa non comprende i trasporti ma offre l’entrata gratis a molte attrazioni importanti della città e altrettanti sconti, un’altra valida opzione se intendete affittare un’auto o qualche altro mezzo e non utilizzare i trasporti pubblici.

Informazioni su https://www.visitarebarcellona.com/online-city-pass-barcellona/.

  1. Cibo:

Un ottimo metodo per risparmiare quando si è in viaggio è comprare tutto il necessario in qualche supermercato e cucinarlo in albergo, in ostello o in qualsiasi sistemazione voi abbiate scelto. Quando si è fuori per tutto il giorno girando per la città è meglio preparare pasti semplici e veloci come panini, comodi da trasportare nello zaino insieme a dell’acqua. Per concedersi invece qualche cena sfiziosa senza spendere troppo è utile usare il sito di Groupon, in questo caso www.groupon.es. Controllando con dovuto anticipo e utilizzando il filtro “ordina per prezzo crescente” sicuramente si troveranno locali sfiziosi e tipici ristorantini tradizionali dove assaggiare le specialità del luogo.

Questi sono i metodi a cui ho ricorso per organizzare il mio viaggio a Barcellona godendomi a pieno la città senza farmi mancare nulla, neanche i soldi nel portafoglio!

Spero che la mia guida al risparmio vi sarà utile, per me lo è stata…

Testata e approvata

 

 

Teresa Labriola

Leggi anche: Quando mi innamorai di Madrid

 

La Redazione

Ciao! Sono la Redazione de La Testata – Testa l’informazione. Quando non sono impegnata a correggere e pubblicare articoli mi piace giocare a freccette con gli amici.
Back to top button