La vita di un rider

Un oggetto di storie fantastiche è diventata la vita di un rider, figura così inserita all’interno della nostra società come uno degli ultimi anelli della catena alimentare del capitalismo e dello sfruttamento.

Fa ridere vero?

No.

Un rider non ha volto, non ha famiglia, non ha una vita vera come tutti noi.
Lui corre, sempre più veloce.
Unico nemico: il tempo, ne è ossessionato. È un Bianconiglio.
Lotta per vivere, come noi
e ci porta cibo attraversando giungle fatte di ingorghi e clacson assordanti.

Ode a te, o rider.

Foto e didascalia di Valeria Gentile

Vedi anche: Facciata quotidiana

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi