Primo PianoSociale

Workaway, il segreto per viaggiare gratis in tutto il mondo

Esistono molti modi per viaggiare risparmiando, ma ce n’è uno che permette di soggiornare in un luogo per un breve o lungo periodo in modo del tutto gratuito.

Sarà capitato a tutti almeno una volta: sorprenderci a sognare la prossima destinazione guardando semplicemente delle fotografie su internet per ritrovarci, poi, a rimettere i piedi a terra, spegnendo il nostro smartphone o il computer perché “non possiamo permettercelo”.

Ma cosa risponderesti se ti dicessi che esistono molti modi per viaggiare anche gratuitamente e che basta accedere a una piattaforma, iscriversi, inserire la destinazione e iniziare la ricerca?

Non ti ho convinto? Allora continua a leggere.

Workaway è una piattaforma online su cui è possibile offrirsi come volontari e ricevere, in cambio, vitto e alloggio.

Con una prestazione di circa cinque ore al giorno per circa cinque giorni la settimana, avrai, infatti, non solo l’opportunità di fare un’esperienza lavorativa nel campo che sceglierai tu stesso, ma anche la possibilità di soggiornare, senza costi aggiuntivi e per un periodo più lungo, nella località che hai scelto.

Ma come ci si iscrive su Workaway?

L’iscrizione, curata nei minimi dettagli, si effettua rispondendo a una serie di domande che andranno a formare quello che è un vero e proprio biglietto da visita che l’host consulterà prima di passare allo step successivo che è quello della comunicazione diretta.

Ricorda: più ricco e minuzioso sarà il tuo profilo, più alta sarà la possibilità di essere contattati.

Ti sarà richiesto, oltre ai dati anagrafici, anche di inserire qualche parola sul tuo background, scrivere quali sono i tuoi hobby, quello che ti piace fare, le tue caratteristiche e quello che ti aspetti di trovare. Ovviamente in inglese, per poter essere compreso da tutti.

Per iscriversi, inoltre, occorre effettuare il pagamento di una retta di circa 40,00 euro annui per un profilo unico e di circa 50,00 per un profilo di coppia (non è possibile utilizzare un profilo per più di due persone e nemmeno ricercare un host senza aver effettuato il pagamento).

Una volta terminata la fase di iscrizione, resterai in attesa di essere ammesso dagli amministratori sulla piattaforma, dopodiché potrai finalmente cominciare a navigare, ricercando l’esperienza perfetta per te.

Ti basterà cliccare sulla barra di ricerca e inserire la destinazione per essere catapultato in un mondo che non credevi potesse esistere.

La scelta, infatti, è veramente ampia e sempre più persone decidono di iscriversi come host e aprire le porte della loro casa ai viaggiatori, a volte non solo per la convenienza dell’opportunità, ma per vivere, anche loro, l’esperienza di un vero e proprio scambio culturale.

Da baby-sitter a addetto all’ospitalità, da insegnante di inglese a  insegnante di yoga, da social media manager a fotografo, da cuoco a giardiniere. Tutto quello che dovrai fare, è cercare quello che più ti si addice.

Insomma, Workaway, così come Worldpackers e le altre piattaforme di scambio, sono nate per garantirti un luogo sicuro in cui soggiornare e anche un posto in cui lavorare per vivere un’esperienza unica nel luogo in cui hai sempre sognato di andare.

Oltre al visto e al biglietto aereo, quindi, per partire non ti servirà nient’altro e se sei arrivato alla fine di questo articolo vuol dire che ti ho convinto.

Non ti resta che provare, quindi. Che cosa stai aspettando?

Donatella Casa

Leggi anche: Viaggiare da soli: perché farlo almeno una volta nella vita

Donatella Casa

Leggo per conoscere e scrivo per mettere ordine. Da 28 anni sono il rifugio dei miei pensieri. Viaggio per scoprire, sogno per viaggiare e credo nell’oroscopo, anche se detesto ammetterlo. Odio lo sport ma corro sulla tastiera, mi piace l’alba ma a quell’ora dormo sempre. Trascorro la maggior parte del tempo a gestire le mie contraddizioni. Credo nella gentilezza come atto di ribellione e diffido da chi dice di sapere sempre tutto.
Back to top button