Natura & ScienzePrimo PianoSport & Benessere

Zucca, la vera star dell’autunno

Star indiscussa della stagione, per la sua forma imponente e il suo arancione acceso,  si presta benissimo ad ogni tipo di ricetta, sia nel mondo del beauty che in quello culinario.

Di chi sto parlando? Della zucca!

Partiamo, quindi, alla scoperta del simbolo della stagione autunnale.

La zucca è un ortaggio appartenente alla famiglia delle Curcubitaceae, come la zucchina , il cetriolo, l’anguria e il melone. 

Le sue origini non sono certe, ma alcuni resti dei suoi semi sono stati ritrovati in Messico e risalirebbero al 7000/6000 a.C. 

Importata dai coloni, raggiunse poi il continente europeo nel XVI secolo per deliziare i palati di molti.

La zucca, infatti, può essere cotta in diversi modi ed ogni parte di essa è commestibile, anche la buccia, i semi e i fiori, senza dimenticare i suoi utilizzi in ambito cosmetico.

Questa infatti è ricca di antiossidanti naturali e vitamine A, C ed E importantissime per occhi, pelle e vista.

Non a caso, è la protagonista di molte zuppe autunnali, abbinata con carote, fagioli o ceci, ma spesso viene anche utilizzata nella realizzazione di dolci grazie al suo sapore particolare.

Buonissima anche all’interno di centrifugati o frullati, oppure nel celebre Pumpkin spice latte, una bevanda a base di latte, zucca, caffè e spezie autunnali.

Nel settore beauty, invece, la sua polpa schiacciata può essere applicata sul viso per rimuovere le impurità e donare elasticità alla pelle.

Ma passiamo alle curiosità.

Ovviamente questo ortaggio rappresenta il simbolo della festa di Halloween, durante la quale viene tagliata in maniera spaventosa a scopo decorativo.

La ritroviamo anche nella celebre favola di Cenerentola, dove viene trasformata in carrozza per portare la protagonista al ballo.

E, addirittura, Seneca la inserì nel titolo della satira menippea Apokolokyntosis, ovvero “trasformazione in zucca”, dedicata all’imperatore Claudio.

Questa però è anche la protagonista di una leggenda Rom secondo la quale, se si lascia una zucca in una campo durante la notte di luna piena, essa si trasformerà in un vampiro.

Che fantasia, vero?

E non è finita qui.

La buccia della zucca, una volta svuotata della polpa, veniva utilizzata come brocca per il vino e, i suoi semi sono anche chiamati “afrodisiaci del sultano”, in quanto contengono magnesio e zinco che stimola la secrezione di testosterone.

Bene, la zucca è un ingrediente essenziale in cucina e fuori per le sue proprietà benefiche su corpo e mente, oltre ad essere uno degli ortaggi più citati nella storia.

Beh, spero ti sia venuta voglia di una bella zuppa a base di zucca, io corro a prepararla.

Martina Maiorano
Foto copertina da dire.it

Vedi anche: “Trick or Treat”: solo per veri coraggiosi

Martina Maiorano

Ciao! Sono Martina Maiorano, classe 1996. Fin da piccola ho avuto due grandi passioni: i libri e il beauty. Frequento Lettere Moderne all’Universitá Federico II e da poco sono entrata nel team de La Testata, pronta ad accettare nuove sfide!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button