Natura & ScienzePrimo Piano

5 curiosità sull’oceano e le sue acque

Affascinante, sconfinato, misterioso: sono solo alcuni degli aggettivi che potremmo usare per descrivere l’oceano, la distesa d’acqua che unisce e separa i continenti, da decenni vittima dell’inquinamento e dei disastri ambientali dell’Uomo, suo secolare amico e nemico.

Lo scorso 8 giugno 2021 la National Geographic Society ha fatto un annuncio che cambierà le future mappature del mondo così come l’abbiamo conosciuto finora. La nota istituzione scientifica ha deciso di annoverare insieme ai quattro oceani già riconosciuti – Atlantico, Pacifico, Indiano e Artico – l’oceano Antartico, situato nell’emisfero australe.

Il dibattito che ha preceduto l’annuncio è stato lungo e ha interessato scienziati ed esperti di tutto il mondo, ma alla fine la decisione è stata presa, poiché la corrente che circonda l’Antartide rende l’acqua in quella fascia ben distinta dalle altre.

Un festeggiamento è d’obbligo, soprattutto adesso che la calura estiva ci porta a desiderare di immergere i piedi (e anche il resto) nelle fresche acque dell’oceano. Dunque ecco per voi cinque curiosità sull’affascinante distesa blu.

1. La vastità

La superficie terrestre è ricoperta per circa il 70% d’acqua. Non stupisce che secondo la National Ocean Service quasi il 95% degli abissi del nostro “pianeta azzurro” sia ancora inesplorato e avvolto nel mistero. Chissà quali meraviglie tra flora e fauna si celano nelle sue profondità!

2. I rilievi montuosi

Sotto il livello del mare risiede la catena montuosa più lunga del mondo, la Dorsale Medio Atlantica, che si estende per oltre 15.000 km dal mar Glaciale Artico fino all’Africa meridionale. La Dorsale si trova a circa 3000 metri sotto il livello del mare, ma alcune vette sono tanto alte da emergere formando delle isole, come ad esempio le Azzorre, l’Arcipelago di San Pietro e Paolo e addirittura l’Islanda.

3. Le città sottomarine

Come nei racconti sulla mitologica Atlantide, sul fondo marino sopravvivono realmente alcune città, sprofondate forse a causa di inondazioni o terremoti avvenuti secoli e secoli fa. Tra le più note ricordiamo Port Royal in Giamaica, antico punto di ritrovo per i pirati, la Città del Leone in Cina e la nostrana città di Baia nel golfo di Pozzuoli.

4. Laghi e fiumi sott’acqua

Sembra assurdo, ma è proprio così. Sul fondo dell’oceano esistono laghi e fiumi popolati da alcune forme di vita estremofile. Com’è possibile distinguere questi corsi d’acqua nell’acqua?

La risposta è nella chimica. L’acqua dei laghi sottomarini possiede un alto tasso di salinità, nonché un’elevata presenza di metano; quella dei fiumi è invece ricca di idrogeno solfato, che essendo più pesante della normale acqua marina tende a depositarsi nettamente sul fondo. La presenza di questi elementi impedisce il rimescolamento delle acque, tenendo separati i due composti così diversi tra loro.

5. I vulcani

Sembra incredibile, ma le eruzioni vulcaniche sottomarine sono più frequenti di quelle terrestri. Si pensa infatti che circa l’80% della fuoriuscita di magma terrestre avvenga nelle dorsali oceaniche, che si sono proprio formate con i sedimenti di lava.

Vulcani sottomarini siciliani – Fonte: theSocialPost.it

Claudia Moschetti

Copertina da Icona Clima

Claudia Moschetti

Claudia Moschetti (Napoli, 1991) è laureata in Filologia Moderna e scrive per un sito universitario. È, inoltre, recensora presso il blog letterario Il Lettore Medio e redattrice per il magazine La Testata. Dal 2015 collabora alla fiera del libro gratuita Ricomincio dai libri, di cui è anche organizzatrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button