IntrattenimentoPrimo Piano

The Crown: cinque curiosità sulla serie Netflix

La quarta stagione di una delle serie più amante di sempre, The Crown, si è conclusa nel cuore dell’inverno lasciando i fan in trepidante attesa.

Un’attesa che sarà presto soddisfatta. A discapito infatti di quanto bisbigliavano voci di corridoio, la quarta stagione non è – fortunatamente aggiungerei – l’ultima della serie.

Un tweet dell’account Uk & Inreland di Netflix infatti, ha annunciato che The Crown avrà una nuova e purtroppo conclusiva stagione. La quinta infatti segnerà la fine di una delle serie Netflix migliori di sempre.

Chiunque abbia seguito l’intera serie converrà con me nel dire che The Crown 4 – che si è focalizzata per la maggiore sulla tormentata storia d’amore tra Diana e Carlo e il conflittuale rapporto tra la regina e il primo ministro Margaret Thatcher – è forse il capitolo più bello tra tutti. Senza nulla togliere a quelli precedenti, sia chiaro.

Eppure, questa stagione, per quanto amata e attesissima dai fan, pare che abbia fatto storcere parecchio il naso alla seguitissima Royal family già al centro dell’attenzione mediatica per via dello scalpore causato dai duchi di Sussex Herry e Meghan che, come ben sappiamo, hanno deciso di abbandonare i loro ruoli istituzionali lasciando la grigia Inghilterra e volando nella soleggiante California.

Questo, ovviamente, per non parlare dello scandalo che ha visto come protagonista il principe Andrea.

Riuscendo quindi già ad assaporare il tema che affronterà Peter Morgan in questa scottante prossima stagione, in attesa di sapere come reagiranno i Windsor, scopriamo insieme cinque piccole curiosità della serie che speriamo, non si faccia attendere troppo.

La prima curiosità è che nessuna delle scene che vediamo all’interno della serie, è stata girata a Buckingham Palace.

Eh già, una delle prime cose che salta all’occhio in questa serie, oltre l’incredibile somiglianza degli attori ai Windsor, sono sicuramente le varie location che ci vengono mostrate, belle e imperiose, nel corso delle varie puntate. Tanto perfette e curate nei minimi dettagli (sarà per questo che la serie è costata così tanto, si contano cento milioni di sterline solo per la prima stagione) da farci chiedere se effettivamente la serie è stata girata proprio nel palazzo più famoso del mondo.

La risposta però è no. Nessuna scena effettivamente è stata girata nelle sedi reali.

Come hanno fatto quindi i produttori a ricreare così fedelmente Buckingham Palace? Semplice. Il team si è recato più volte in visita cercando di captare quanti più particolari possibili… insieme agli altri turisti, ovviamente.

Un’altra curiosità che tutti avranno notato è che nel corso delle stagioni gli attori cambiano. Questo accade perché ogni stagione di The Crown tratta le vicende della famiglia reale per circa un decennio. Ergo: ogni due stagioni i protagonisti vengono sostituiti da personaggi esteticamente più maturi che possano marcare il passare degli anni.

E così accade anche per l’esuberante principessa Margaret, interpretata già nella terza stagione da una meravigliosa Helena Bonham Carter a sua volta subentrata all’attrice Vanessa Kirby.

Quel che però non tutti sanno è che poco prima di iniziare le riprese, l’attrice britannica ha incontrato davvero la sorella della regina d’Inghilterra che le ha prontamente domandato “Stai migliorando, vero?”. Probabilmente, protagonista com’era, voleva essere interpretata al meglio. Ovviamente non ci aspettavamo risultati diversi da un’attrice magistrale come la Carter.

Ma… Sapevate che la produzione aveva offerto un ruolo alla new entry della famiglia reale Meghan Markle?

Come abbiamo già detto, la famiglia reale si è ritrovata al centro dell’attenzione mediatica a causa del nipote più scapestrato d’Inghilterra e la sua neosposa Meghan Markle. L’ormai acquisita nipote di Elisabetta II è nota per aver intrapreso la carriera di attrice prima di vestire i panni di duchessa. O meglio, ex duchessa a questo punto.

Beh, fatto sta che proprio per le sue doti attoriali, nonché per il ruolo che oggi riveste, i produttori della serie le avevano offerto ruolo che la giovane attrice ha però prontamente – ma soprattutto furbamente – rifiutato. Riuscite ad immaginare l’ira della regina se solo vedesse l’ormai ex duchessa in tv? Non oso immaginare.

Come penultima curiosità, sveliamo qualche piccola chicca sugli abiti presenti nella serie. O meglio, sull’abito!

Se c’è una cosa, o meglio, un personaggio che ci ha fatto attendere questa serie come un bambino attende il suo regalo il giorno di Natale, è sicuramente lei, Lady D. La stella più luminosa della Royal Family.

Interpretata da un’emergente e capace Emma Corrin, l’abbiamo amata, l’abbiamo pianta, compianta, supportata e compresa, ma soprattutto l’abbiamo attesa così tanto da non poter restare indifferenti di fronte alla foto postata direttamente dall’account Instagram di Netflix UK di lei in abito da sposa. Un abito quasi identico all’originale.

A quanto pare, per ricreare l’abito della principessa, la costumista ufficiale della serie, Amy Robert, si è confrontata con uno degli stilisti che confezionò l’abito nuziale per quella che sarebbe stata la futura regina d’Inghilterra.

La confezione dell’abito ha richiesto ben quattro mesi di intenso lavoro e di dure ricerche che però sono fruttate a tal punto che i produttori sono riusciti a trovare anche il vecchio negozio di Nottingham che fornì i merletti che ornavano l’abito. La stilista inoltre, ha detto che la sua intenzione non era quella di fare una copia esatta dell’abito ma di catturare più lo spirito di quel giorno, e direi che ci è riuscita alla grande tanto che quando hanno girato la scena, ci informa la Corrin “c’era un silenzio assoluto” in segno di rispetto e commozione.

Ma se si pensa a The Crown c’è forse solo una curiosità che si insinua nella nostra mente martellandoci: cosa ne pensa la famiglia reale di tutto questo?

Forse vi sconvolgerà sapere che inizialmente la regina Elisabetta II era la prima fan della serie anche se trovava alcuni passaggi troppo romanzati. Tale sentimento però pare sia cambiato già a partire dalla seconda stagione ovvero quando, secondo la regina, la produzione abbia fatto intendere che tra lei e l’addetto ai suoi cavalli Lord Porchester, meglio conosciuto come Porchy, ci sia stata una relazione amorosa. Cosa che viene prontamente smentita dall’addetto stampa della corona.

Inutile dire che se prima The Crown veniva apprezzata anche dai nipoti e dalle rispettive mogli, oltre che da altri membri della famiglia, con la messa in onda della quarta stagione le cose sono cambiate.

Senza entrare troppo nei dettagli, quel che è certo è che, per il modo in cui viene trattata soprattutto la storia d’amore tra Carlo e Diana, i royals sono infuriati. William più di tutti ha attaccato i produttori asserendo di aver fatto un ritratto dei genitori poco veritiero, e anzi, romanzato solo con il fine di trarne profitto. “Hanno dato al pubblico quello che volevano, ma non è la verità.” dice il duca Cambridge. “Hanno raccontato una storia che non conoscono davvero senza tener conto dei sentimenti dei diretti interessati” ha poi continuato.

Ed effettivamente, come potergli dar torto?

Il principe Carlo e il padre Filippo invece, pare si siano rifiutati di guardare. Il primo, beh, direi per ovvi motivi, il secondo perché ritiene l’intera serie addirittura ridicola.

Ma se hanno reagito così per la quarta stagione, come reagiranno per la prossima che, come possiamo già immaginare, toccherà forse il tema più caldo e tragico che la famiglia più seguita al mondo abbia mai affrontato: la morte della principessa Diana?

Non ci resta che aspettare.

Vedi anche: HIMYM: Ted, parliamo del finale

Adele De Prisco

Adele De Prisco, nata nel cuore dell'inverno nel quasi ormai troppo lontano 1995 a Gesualdo, è una laureanda in Filologia Moderna presso la Federico II. Non ama definirsi né raccontarsi, nella maggior parte dei casi non è nulla di quello che pensate voi. Dunque, tutto quello che c’è da sapere sul suo conto lo scoprirete leggendola su La Testata, o forse no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button