ExtraPrimo Piano

La leggenda della maledizione di Tutankhamon 

Tutankhamon è uno dei più famosi faraoni egizi.

Il suo nome è legato alla maledizione della sua tomba per chi l’avesse profanata.

Molti infatti perirono dopo la scoperta del 1922 da parte di Howard Carter.

La storia della maledizione nacque come trovata pubblicitaria per rendere il tutto ancora più interessante.

KV62 è il codice con cui venne catalogata la tomba del “re fanciullo” durante un’esplorazione del nobile inglese, Lord Carnavon.

La sua potrebbe essere l’unica morte attribuita alla maledizione, ma tutto partì per una puntura d’insetto. Infatti, il nobile ebbe un incidente nel 1901 e il suo era un fisico debole. Dopo qualche giorno si tagliò mentre si rasava la barba e la ferita aprì un’infezione che lo costrinse a letto con una fortissima febbre che lo portò alla morte.

Gli altri collaboratori che parteciparono alla spedizione morirono sempre a distanza di mesi dalla scoperta del sarcofago reale.

 

 

Vedi anche: Henri Rousseau il Doganiere: un’originale ed isolata epopea

La Redazione

Ciao! Sono la Redazione de La Testata – Testa l’informazione. Quando non sono impegnata a correggere e pubblicare articoli mi piace giocare a freccette con gli amici.
Back to top button