Il Rumore

Sono stato folgorato da un tuono, ma era Estate e non me lo sarei mai aspettato.

Quel tuono mi ha lasciato basito, interdetto, sconcertato. Un crescendo di afflati immotivati.

Solo per un rumore si è svegliato il demone, e ora che non dorme più, è tempo di coltivarlo.

Verrà un giorno in cui il tuono tornerà, il demone, imperituro, uscirà da me e, finalmente, avrò

pace, ormai sepolto dal mio cumulo di macerie.

Testo: Benedetta De Nicola

Illustrazione: Enza Galiano