IntrattenimentoPrimo Piano

Un giorno a León: ammirare l’arte mangiando tapas gratis!

León è una città perfetta per gli amanti dell’arte, lì si fondono architettura, antichità, cristianità, e il tutto a pochi passi di distanza!

Questa città è la capitale della regione autonoma di Castilla y León, che si trova nel centro-nord della Spagna e, anche non essendo troppo piccola, si può visitare in un giorno. Le cose principali possono essere divise in tre gruppi:

  • L’arte – i meravigliosi palazzi;
  • La religione – le chiese della cristianità;
  • Il cibo – le famose e deliziose tapas.

L’arte si può incontrare un po’ ovunque a León, architettonicamente vi stupiranno:

  • La stupenda piazza principale, Plaza Mayor, nella quale è imponente il palazzo comunale in stile barocco, anche conosciuto con il nome El balcón, per i suoi lunghi balconi;

  • La Casa Botines, creata dal famosissimo artista Gaudí, così raffinata da sembrare un castello principesco grazie alle torri poste ai quattro angoli e ai particolari dettagli sulla facciata principale, come la statua di San Giorgio e il drago. Lì vicino è posta una panchina con una statua raffigurante l’artista intento a leggere i suoi appunti.

  • Se invece preferite visitare i musei, i principali sono:
  • Il Museo de León, nel quale c’è un percorso attraverso la storia e gli avvenimenti che si svolsero nel territorio leonese dalla preistoria alla contemporaneità – è davvero interessante e utile per capire la storia e la cultura di questa zona.
  • Il MUSAC, Museo de Arte contemporaneo de Castilla y León, un edificio stravagante e molto colorato. Nacque col proposito di essere un “museo del presente” o ancora “museo del XXI secolo”, e come si può intuire dal nome, tratta l’arte contemporanea in ogni sua forma.

León è una città molto importante sotto il punto di vista religioso, vanta bellissime chiese ma soprattutto è una delle tappe del Cammino di Santiago. Tra le principali ci sono la Real Basílica de San Isidoro, caratterizzata da stupendi affreschi e dallo stile romanico, e il Monastero de San Marcos de León, un edificio maestoso che vi lascerà senza fiato. Però, senza ombra di dubbio, è la Catedral de León quella che cattura subito l’attenzione. È di stile gotico e si presenta come una struttura imponente ed elegante all’esterno e affascinante e suggestiva all’interno. La caratteristica principale si nota entrando, le sue vetrate dai meravigliosi colori sgargianti creano giochi di luci fantastici all’interno della cattedrale: uno spettacolo che non può assolutamente essere perso!

Tra un’occhiata a un monumento e una visita a un museo è d’obbligo fermarsi nei ristorantini e locali tipici di León per pranzare e cenare. La cosa bella è che in questa città si può mangiare spendendo davvero poco: le cosiddette tapas sono il punto forte, ovvero “stuzzichini” molto abbondanti che vengono offerti gratis all’acquisto di una bevanda. C’è un vero e proprio menù di cibo gratis tra cui scegliere! Il quartiere più famoso dove gustare queste specialità è San Martín, anche conosciuto con il nome El Húmedo, una tappa fondamentale per il palato.

Teresa Labriola

Leggi anche

Un giorno a Llanes: spiagge rocciose immerse nella natura

Un giorno a Gijón: cavalcare le onde bevendo sidro!

Che la Spagna sia con te!

Grafica a cura di Luca Casadio

La Redazione

Ciao! Sono la Redazione de La Testata – Testa l’informazione. Quando non sono impegnata a correggere e pubblicare articoli mi piace giocare a freccette con gli amici.
Back to top button