Freddo

Ero in perfetta salute, stavo meglio che mai. Ad un tratto mi prese un senso di freddo contro il quale mi parve evidente che non c’era rimedio. Cosa mi succedeva? Eppure non era la prima volta che mi invadeva una sensazione simile. Ma prima la sopportavo senza tentare di capirla. Questa volta volevo sapere, e subito. Scartai un’ipotesi dopo l’altra: non poteva trattarsi di malattia. Neppure l’ombra di un sintomo al quale aggrapparsi. Che fare? Ero sconcertato, incapace di trovare foss’anche un simulacro di spiegazione, quando mi venne l’idea – e fu un vero sollievo – che si trattava solo di una versione del grande, dell’ultimo freddo, che era semplicemente lui che si esercitava che faceva una prova…

Testo di Emil Cioran

Foto di Roberto Castiello

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi