IntrattenimentoPrimo Piano

L’importanza di dire addio

di Federica Auricchio 

Durante il viaggio della nostra vita non siamo mai soli, ma sempre accompagnati da qualcuno. Fin dai primi giorni abbiamo intorno a noi coloro che ci aiuteranno a maturare, che siano i nostri genitori, zii, nonni, fratelli. Più si va avanti e più persone entreranno a far parte della nostra vita, chi per fugaci momenti e chi, invece, ci accompagnerà per anni o fino alla fine dei nostri giorni.

All’inizio le persone che ci circondano sono quelle che hanno deciso di accudirci, crescerci e amarci, poi pian piano tutti noi iniziamo a creare dei rapporti con chi incontriamo lungo la strada. Dai nostri primi passi da soli nel mondo fino alla fine dei nostri giorni siamo circondati da estranei che un po’ alla volta entreranno inevitabilmente nelle nostre abitudini, a partire dai compagni di scuola, sport, musica, hobby, fino a creare delle amicizie, degli amori, dei rapporti stabili, solidi, duraturi, così tanto forti che speriamo durino per sempre. Scegliamo dei veri e propri compagni di vita, stabiliamo una nostra routine con loro, li inseriamo nella nostra quotidianità, progettiamo un futuro e meditiamo dei piani. Ma può capitare che tutto questo crolli.
Può capitare che queste persone debbano andare via e noi possiamo solo imparare a dire addio. Bisogna lasciarli andare, qualunque sia il motivo, per sé e per gli altri. Ovviamente non è semplice a causa della voglia di restare ancorati alle cose che ci hanno resi felici, ma può arrivare il momento di spiegare le vele e lasciarsi trasportare dal vento per trovare una nuova realtà. Tutto questo ci farà male, certamente, ma se si vuole la propria felicità e quella della persona amata, si deve imparare ad andar via in certe circostanze. Pian piano cercare di creare una nuova quotidianità, una nuova routine, dei nuovi progetti. Tanto intorno a noi ci saranno altre persone che ci tenderanno la mano e ci aiuteranno a sollevarci. In più con noi avremo i ricordi che custodiremo sempre per andare avanti.
“Cos’è un ricordo? Qualcosa che hai o qualcosa che hai perso per sempre?” si domanda Allen.
I ricordi sono cose andate, finite, perdute ma che continuano ad esistere, come vecchie fotografie, nella tua mente. L’anima scava nel profondo dei ricordi per continuare a provare le stesse emozioni ogni volta che ne sente il bisogno, per trovare il giusto equilibrio tra passato e presente. Purtroppo non si può ripetere il passato, ma non si può vivere il presente senza mai voltarsi indietro. Ogni tanto sentiamo la necessità di rifugiarci in ciò che è andato, perché solo ciò che è stato ci dà la forza per vincere ciò che sarà. E anche se ci separeremo dalle persone amate per sempre porteremo con noi alcuni attimi, sensazioni che resteranno persistenti nella nostra memoria, momenti che il tempo non può cancellare: cose che renderanno più leggero il peso dei giorni.

disegno di Rosa Longobardi 

La Redazione

Ciao! Sono la Redazione de La Testata – Testa l’informazione. Quando non sono impegnata a correggere e pubblicare articoli mi piace giocare a freccette con gli amici.
Back to top button