DisegniExtraPrimo Piano

ParaNorman non è il solito film sugli zombie

ParaNorman è un film realizzato nel 2012 dalla Laika Entertainment, studio specializzato in stop-motion e nella realizzazione non solo di pubblicità ma anche di lungometraggi. 

Lo studio Laika è fortemente conosciuto per “Coraline e la porta magica”, uno dei suoi prodotti più apprezzati dal pubblico. A seguirlo ParaNorman, film che come suggerisce il titolo, affronta il tema del paranormale con un leggero sentore di orrifico e inquietudine. Il tutto amalgamato con molta ironia. Anche perché il film è rivolto in particolar modo a bambini e a ragazzi.

Norman Babcock è il protagonista e, in quanto tale possiede un dono: riesce a vedere i morti. Per tale motivo è considerato il diverso e strambo della situazione. La sua vita sarà ulteriormente stravolta dall’arrivo in città degli zombie. Norman avrà il compito di salvare la città da quella che è una maledizione secolare legata ad una certa strega.

Ma ParaNorman, come potrebbe far pensare, non è il solito film sugli zombie così come gli stessi zombie non sono i “soliti morti che camminano”. Fanno ritorno nel mondo dei vivi perché hanno uno scopo.

Attenzione segue spoiler: lo scopo non è quello di uccidere e rendere zombie gli esseri umani, ma ritornano per poter espiare un peccato da loro commesso durante la vita terrena. Un peccato talmente grave che non concede loro il tranquillo sonno della morte. Per questo motivo sono destinati a una vita eterna ma dannata, sotto forma di creature ripugnanti.

Ma nonostante la loro colpa e l’aspetto con cui sono costretti a vivere, avranno la capacità di addolcire il pubblico ribaltando la visione che inizialmente si ha di loro. Avremo compassione per dei mostri, tali non solo nell’aspetto ma anche nell’animo. E ovviamente l’unico che potrà aiutarli, il predestinato, è Norman altrettanto compassionevole ma soprattutto coraggioso.

Un film che fa tanto ridere quanto piangere, per questo non spoilero altro e ne consiglio vivamente la visione anche perché è un vero gioiellino dello stop-motion.

Enza Galiano

Vedi anche: AAA cercasi lucciole 

Enza Galiano

Sono Vincenza Galiano. Ma suona meglio Enza. Amo disegnare e già da piccola riempivo di mostruosi scarabocchi le agende di papà e i fazzoletti da cucina di nonna. Oggi frequento l'Accademia di belle arti di Napoli. Continuo ad imbrattare fogli e tutto ciò che mi trovo sotto mano con la speranza di fare dell'illustrazione il mio lavoro.
Back to top button