ExtraPrimo Piano

Ritornare bambini

Ci sono alcuni momenti durante l’anno in cui possiamo tralasciare i nostri impegni quotidiani, uscendo fuori dagli schemi frenetici del mondo, così da poter passare dei momenti in famiglia e fare quelle piccole cose che ci portiamo dietro sin da piccoli.

Per me uno di quei momenti è il periodo natalizio, quando ci adoperiamo per fare l’albero, il presepe ed addobbare casa.

Ed ecco che qui, come per magia, improvvisamente ritorno bambino e tutti i pensieri si fanno da parte.

Dopo aver tirato fuori la roba dagli scatoloni, inizio a passare ogni piccolo pezzo del presepe a mio padre e poi, una volta ultimato, è il turno dell’albero. Questo è il momento in cui siamo tutti concentrati sulla stessa cosa, pronti a collaborare e a dimenticare qualunque cosa negativa dell’anno che sta per passare. Ad un tratto fra una canzone di Natale, un trenino che passa sui binari ed un addobbo messo su un ramo, la casa si riempie di calore e riesco ad emozionarmi di nuovo come quando ero bambino. Ma, dopotutto, con le persone giuste non si smette mai di essere un po’ bambini.

 

 

Foto di Roberto Filippini

Vedi anche: Riusciremo a fermarci?  

La Redazione

Ciao! Sono la Redazione de La Testata – Testa l’informazione. Quando non sono impegnata a correggere e pubblicare articoli mi piace giocare a freccette con gli amici.
Back to top button