ExtraPrimo Piano

La leggenda del Delfino perduto: cento Luigi XVII in cento anni

Tutti conosciamo gli esiti della Rivoluzione Francese: la monarchia francese fu abolita con l’esecuzione del re Luigi XVI e la costituzione della prima repubblica francese.

Nel frattempo il legittimo erede al trono, il secondogenito Luigi Carlo di Borbone, era stato imprigionato e poi dichiarato morto all’età di 10 anni.

Tuttavia alcuni storici e scrittori monarchici ritenevano che il Delfino fosse in realtà fuggito dalla prigione, che vivesse al sicuro e in segreto in qualche altro Stato europeo.

La leggenda dell’erede perduto si diffuse e quando nel 1814 fu restaurata la monarchia, più di cento uomini si fecero avanti dichiarando di essere il Delfino fuggiasco.

Alcune storie furono così convincenti che negli ultimi anni del ‘900 furono svolti test del DNA sul presunto cuore del Delfino, conservato nella Basilica di Saint-Denis in un’urna di cristallo e dimostrato autentico, ponendo fine alla leggenda del Delfino perduto.

In copertina: Alexander Kucharsky, Portrait of Dauphin Louis Charles of France

 

Leggi anche: Maria Antonietta: un uomo perdonato, uno che non perdona e il terzo che la perdonò

La Redazione

Ciao! Sono la Redazione de La Testata – Testa l’informazione. Quando non sono impegnata a correggere e pubblicare articoli mi piace giocare a freccette con gli amici.
Back to top button