Fra Dolcino – Personaggio della settimana

Nacque a Prato Sesia nel 1250 circa, morì a Vercelli il 1º giugno 1307.

Fra Dolcino entrò a far parte del movimento degli Apostoli, che si definivano boni homines e che conducevano una vita segnata da digiuni, preghiere, ed obbedienza alle Scritture, lavorando o chiedendo l’elemosina, senza imposizione di celibato.

La cerimonia di accoglienza dei nuovi seguaci nel gruppo prevedeva che pubblicamente si mostrassero nudi, per rappresentare la propria nullità davanti a Dio. Inoltre predicavano il bisogno di vivere in assoluta povertà e di disobbedire al Papa qualora si allontanasse dai principi evangelici.

Contro Dolcino fu bandita una Crociata dal vescovo di Vercelli Raniero degli Avogadro che agì con il sostegno del Papa Clemente V.

Dolcino fu torturato pubblicamente e ovviamente condannato a morte, non prima di avergli però strappato il pene ed il naso.

 

Vedi anche: Takeshi Kitano – Personaggio della settimana

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi