Einstein: grande fisico e quasi presidente

Nel 1952, dopo la morte di Weizmann, il governo israeliano aveva designato come guida del paese il famoso fisico Albert Einstein.

L’ambasciatore israeliano a Washington intercedette per il primo ministro David Gurion chiedendo allo scienziato di prendere le redini del neo-stato medio-orientale.

Di tutta risposta, Albert rifiutò per vari ragioni: per incompetenza dato che aveva dedicato tutta la sua vita alla scienza e per i molti anni che gli pesavano sulle spalle (73 anni).

Di certo, non un giovanotto in forma.

 

Leggi anche Marie Curie e la scienza: nel bene o nel male, purché insieme

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi