L’ora del mojito

Questa volta ci discostiamo un po’ dalle pietanze culinarie per concentrarci sul beveraggio. Ma non il solito beveraggio che possiamo trovare facilmente sulle nostre tavole o a colazione… passiamo ad una cosa più trasgressiva, più alcolica.

Ormai è estate e quindi possiamo solo parlare di uno dei cocktail che più rappresenta questo periodo dell’anno, ovvero il mojito!

Cocktail di origine cubana composto da rum bianco, zucchero di canna, succo di lime, foglie di menta e acqua di Seltz.

Per quanto riguarda le sue origini, non si sa per certo chi abbia proposto per primo questa bevanda, si narra forse che sia stata introdotta da un famoso pirata di nome Sir Francis Drake (nome che viene pronunciato anche in un famoso videogioco, pensa te!) e che poi sia diventato popolare grazie alla società Bacardi.

Anche per quanto riguarda l’origine del termine esistono varie teorie : si dice che sia legato al mojo, un condimento importante nella cucina cubana a base di aglio e agrumi. Un’altra teoria lo lega alla traduzione della parola spagnola mojadito che significa umido.

Così misterioso ma allo stesso tempo molto delizioso, che per gli amanti della vita mondana o semplicemente dei cocktail è un toccasana, che sprizza estate da tutti i pori!

Se non lo avete ancora provato fatelo!

Non ve ne pentirete!

 

Giuseppe Armellino

 

Vedi anche Tempo di fragole

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi