#PILLOLADICULTURAExtraPrimo Piano

Barbablù

Nell’omonima fiaba di Charles Perrault, Barbablù è il crudele protagonista e uxoricida.

Intende uccidere la settima moglie dopo che questa ha scoperto i corpi delle prime sei, assassinate e nascoste in una stanza proibita.

La fiaba è stata variamente interpretata: da parabola sulla pericolosità della curiosità, rappresentata dalla moglie che esplora il palazzo, è ora letta come una metafora per la mascolinità violenta che tenta di limitare e punire la libertà femminile.

Per questo motivo, oggi il termine può designare un partner geloso o violento e, talvolta, uomini colpevoli di uxoricidio o femminicio.

Immagine: Gustave Doré, 1862

La Redazione

Ciao! Sono la Redazione de La Testata – Testa l’informazione. Quando non sono impegnata a correggere e pubblicare articoli mi piace giocare a freccette con gli amici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button