Primo PianoExtra

Arrivederci Sud

Poco tempo fa ci sono state le elezioni regionali in Emilia, con i risultati che conosciamo. È stato impressionante vedere la gioia e la speranza delle persone che festeggiavano in Piazza Maggiore, le loro urla si potevano sentire a chilometri di distanza!

Vedendo queste immagini ho pensato: “ma quante di quelle persone sono pugliesi? O campane, calabresi, lucane? Quante di quelle persone vengono dal Meridione?”.

Sarebbe così bello poter esprimere la stessa felicità, lo stesso entusiasmo, la stessa voglia di cambiamento anche qui a casa nostra…e invece no. Sia chiaro, non voglio condannare chi è partito per cercare un futuro più roseo altrove, però ho paura che il Sud alcune volte venga dimenticato anche dai suoi stessi figli. E questo mi rattrista molto.

Probabilmente sto esagerando…non sarò l’unico a provare questi sentimenti.

Chissà se proprio lì, in piazza a Bologna, ci sarà stato un ragazzo fuori sede che avrà provato la stessa malinconia: magari dopo sarà tornato a casa, avrà trovato una foto di lui assieme alla famiglia o agli amici di una vita, e avrà pensato a quanto sarebbe stupendo poter vivere le stesse gioie a casa propria.

Francesco Siliberto

 

Leggi anche: Il rock è morto?

Francesco Siliberto

Francesco Siliberto, nato nel giorno di San Gennaro ma nella provincia tarantina. La mia prima formazione è teatrale, mi sono laureato al DAMS e successivamente mi sono formato come attore. Ma per non farmi mancare nulla, alterno questa mia prima grande passione con una seconda, cioè il disegno. Entrambe arti che studiano l’animo umano ma che bucano le tasche. In poche parole, mi sto scavando la fossa da solo.
Back to top button