Kaplan – podcast di terapia sessuale illustrata: istruzioni per l’uso

Smetti di fotografare quello che hai nel piatto, esci dal tuo account Instagram e prova per un secondo ad immaginare quello che ancora non hai visto. Poi metti le cuffie, schiaccia Play e lascia che quel suono ti accompagni verso nuove percezioni. La voce del Dott. Enrico Moretto saprà come guidarti!

Kaplan – terapia sessuale illustrata è un esperimento, ad oggi progetto, che nasce dalla voglia di voler raccontare a parole qualcosa che le immagini non sono ancora in grado di farci vedere. Il dott. Enrico Moretto, psicologo clinico e sessuologo, nonché autore del podcast, si lancia in quest’avventura partendo da un’esperienza di vita personale:

“Come sessuologo ho sempre sentito la necessità di diffondere un messaggio chiaro riguardo il tema della sessualità. Avevo solo un piccolo problema: soffrivo della sindrome delle false partenze. Mi spiego meglio. Durante la giornata mi vengono circa mille e nuove idee, ogni volta però che sto per iniziarne una, magari la inizio, e trovo tutte le possibili strade per ostacolarmi. Solo in un ambito riesco senza fermarmi a pensare ed è quello delle immagini. Nove mesi fa ho smesso di scattare foto perché ero letteralmente disturbato dal sovraccarico di queste immagini che continuamente vedevo su Instagram, Youtube, Pinterest e via dicendo… e cercavo un modo di raccontarle ma non in quella maniera. Allora ho fatto un passo indietro e sono tornato sulle parole. Quelle lente, magari sconnesse e che ronzano attorno alle immagini, ma che hanno la possibilità e danno la possibilità di essere ascoltate, riascoltate, riavvolte come fossero impresse su un nastro”.

È proprio da qui che tutto prende vita, precisamente dalla volontà di raccontare il proprio lavoro in chiave contemporanea.

Ma che cos’è un podcast? Il nostro geniale dottore lo definisce come tutto e niente. È uno show, nel senso che è diviso in episodi, è un messaggio vocale, è un monologo, è tutto ciò che può essere ascoltato anche se non hai il tempo di farlo. Kaplan – terapia sessuale illustrata si suddivide infatti in puntate, ognuna con un proprio tema accompagnato da varie opere d’arte (pitture, sculture, fotografie, installazioni e illustrazioni) per descrivere al meglio i concetti cardine della terapia sessuale.

Il nome del podcast è un richiamo o meglio, come direbbe il dott. Moretto, un omaggio alla sessuologa Helen Singer Kaplan che nel 1973 ha ben pensato di creare un manuale illustrato di terapia sessuale che analizza la natura e le cause delle disfunzioni sessuali indicando una serie di tecniche per superarle. A corredare il tutto ci sono i disegni di David Passalacqua che hanno permesso la “riuscita” del libro consentendo alle coppie di prendersi cura della loro sessualità in maniera spontanea e autogestita: ritornare sui sensi, che è poi lo scopo del podcast che si appropria del senso della vista, sì, ma senza il visivo digitale.

Forse Kaplan – terapia sessuale illustrata è quello di cui abbiamo bisogno oggi. Una scossa che ci permetta di poter parlare di sesso senza timore, magari giocando anche un po’ con le forme e i colori perché si sa, quando una paura la si addolcisce è più facile da mandare giù.

A me non sono mai piaciuti i dottori, ma stavolta provo a fidarmi di quel camice bianco. Metto le cuffie, schiaccio play e lascio che la mia testa si immagini cose che non guardo.

Puoi trovare Kaplan – terapia sessuale illustrata su:

Spotify
Apple Podcast
Google Podcast
Spreaker
Podcast Addict
YouTube
SoundCloud

“Per non perderti le nuove puntate del podcast e per accedere a contenuti extra e backstage entra a far parte della community Telegram, inoltre puoi interagire con lo show attraverso messaggi vocali o immagini tramite questo link.”

 

Serena Palmese

Fonte immagine: https://www.facebook.com/pg/dottenricomoretto/posts/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi