ExtraPrimo Piano

Butta il sale solo nella pasta!

Le superstizioni sono credenze irrazionali che ormai dovrebbero essere superate, eppure continuano (inconsciamente) a suggestionarci. Dopotutto, chi le vorrebbe ulteriori sfighe? Tipica è la frase: “Non ci credo, ma è sempre meglio evitare…”

Ma come nascono e come si spiegano? Noi de La Testata – TLI vogliamo darvi delle risposte.

Perché, ad esempio, porta sfortuna versare o passare il sale?

Tutto parte dagli antichi Romani, per i quali il sale era un bene prezioso da non sprecare.

Da un lato simboleggiava la lealtà e l’amicizia. Versare il sale significa rompere il patto di amicizia tra i commensali e passarlo di mano in mano aumenta il rischio che ciò accada, per questo è ritenuto un gesto negativo. Addirittura si crede che Giuda l’abbia rovesciato prima di tradire Gesù.

Dall’altro lato i Romani sfruttavano le sue proprietà sterilizzanti, spargendolo sulle città distrutte per evitarne la ricostruzione, cosicché il sale caduto è diventato anche presagio di povertà.

To be continued…

 

 

 

 

 

La Redazione

Ciao! Sono la Redazione de La Testata – Testa l’informazione. Quando non sono impegnata a correggere e pubblicare articoli mi piace giocare a freccette con gli amici.
Back to top button