Johanna Spyri

Il personaggio della settimana 

– Nata a Hirzel il 12 giugno 1827, morta a Zurigo il 7 luglio 1901.

– Johanna Spyri era figlia di un medico e di una dottoressa svizzeri. Era un’assidua frequentatrice degli spettacoli di Wagner; la sua amicizia col compositore arrivò addirittura a far ingelosire il marito.

– Nel 1871 pubblica nel bollettino della chiesa il suo primo racconto Un foglio sulla tomba di Vrony, che ebbe un grande successo. Successivamente scrisse delle storie per bambini per una casa editrice di Gotha, fino ad arrivare alla creazione del suo personaggio più famoso: Heidi, uno dei libri più letti e tradotti di tutti i tempi. Johanna Spyri non solo riesce a creare un’ottima opera di formazione ma anche di analisi e critica sociale della Svizzera durante la rivoluzione industriale. Alcuni critici affermano che lo scrivere continuamente di storie che vede protagonisti i bambini sia un modo per l’autrice di riavvicinarsi alla sua infanzia.

– Dagli scritti della Spyri furono tratti spettacoli, cortometraggi e cartoni animati di cui ricordiamo l’omonima serie diretta da Isao Takahata e disegnata da Hayao Miyazaki, di cui abbiamo parlato qui.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi