La coppia che scoppia: Colombina e Pulcinella

Colombina è una delle rare figure femminili nella commedia dell’arte.

Questo personaggio incarna una serva Veneziana, graziosa e vivace, costantemente coinvolta dalla padrona Rosartura nei suoi intrecci amorosi. Colombina si presenta come una ragazza scaltra, maliziosa e molto corteggiata,ma comunque sempre fedele al suo amato Arlecchino.

Infatti, spesso viene rappresentata come moglie di Arlecchino o, addirittura, come “Arlecchina”. Questa, però, è soggetta alle attenzioni del padrone Pantalone e, di conseguenza, alle gelosie di Arlecchino. Ma Pantalone non è l’unico da cui riceve attenzioni, c’è anche il nostro amato Pulcinella!

Si potrebbe dire che per alcuni aspetti il personaggio speculare a Colombina sia proprio Pulcinella: egli, infatti, è infedele alla moglie Zeza e non manca mai di corteggiare belle fanciulle, tra cui Colombina. Questa maschera incarna l’anima di Napoli poiché interpreta alla perfezione le contraddizioni della città di Napoli: da un lato la bellezza, lo splendore, la ricchezza e il cuore del popolo partenopeo e dall’altra le bruttezze, l’arroganza e la povertà dello stesso. Insomma, Napoli è Pulcinella e Pulcinella è Napoli.

 

disegno di Sonia Giampaolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi