Rapimento d’amore

Sapevate che in alcuni paesi dell’Europa dell’est, in particolare in Romania, rapire le spose nel giorno del loro matrimonio è considerato un vero e proprio “must”?

Ebbene sì, il rapimento della sposa rappresenta una tradizione piuttosto diffusa oltre che ben consolidata nella cultura locale, al punto che nessun ricevimento di nozze che si rispetti può farne a meno.

Dietro tale gesto, in realtà, si cela un significato ben preciso, ossia testare la premura del marito nei confronti della moglie.

Se lo sposo, infatti, permette alla sua sposa di essere rapita, vuol dire che non le ha prestato abbastanza attenzione, motivo per cui, simbolicamente, deve pagare una sorta di riscatto (o farle una dichiarazione d’amore in pubblico) per riaverla indietro.

L’usanza vuole anche che se la sposa è stata rapita entro la mezzanotte, è il padrino a dover pagare il riscatto, mentre se è stata rubata dopo mezzanotte, deve pensarci lo sposo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi