Crisi dei missili a Cuba: paura di una guerra nucleare

16 ottobre 1962, in una riunione alla Casa Bianca furono note alcune foto: da allora iniziarono i giorni più pericolosi vissuti dall’umanità.

Degli aerei americani avevano individuato alcune istallazioni segrete a Cuba e intercettarono l’arrivo di navi sovietiche con a bordo dei missili. La situazione fu critica, ma la maggior parte degli uomini non se ne rese conto.

L’intento dell’URSS era quello di sovvertire il vantaggio degli USA. Gli Stati Uniti, infatti, disponevano di basi militari nella vicina Turchia capaci di attaccare in un tempo minore. Fu proprio il ritiro dei missili in Turchia a risolvere la crisi facendo così desistere i sovietici dal loro intento.