IntrattenimentoPrimo Piano

Chiara Ferragni: da fashion blogger a imprenditrice di se stessa

di Carlotta Maschio

La neo trentenne è appena diventata CEO della sua impresa. Ripercorriamo la sua carriera fin dai primi passi mossi nel mondo del web.

Chiara Ferragni nasce a Cremona il 7 maggio 1987, la madre Marina Di Guardo, è una scrittrice di discreto successo, il padre, Marco Ferragni, odontoiatra cremonese.

Dopo il liceo, la Ferragni decide di trasferirsi a Milano, dove si iscrive alla facoltà di giurisprudenza presso la rinomata Università Bocconi. Da questo momento si aprirà una nuova fase nella vita di Chiara, che la porterà sempre di più verso la vetta.

Siamo nel 2009 e Chiara fonda il suo The Blonde Salad, il blog che le permetterà di essere conosciuta, a pochi passi, dal mondo intero.

Durante i primi anni di permanenza milanese, Chiara incontra Riccardo Pozzoli, al tempo giovane studente di economia. I due ben presto intraprendono una relazione, oltre che sentimentale, nel campo degli affari.

Grazie alle esperienze nel mondo del web di lui e allo spiccato senso della moda di lei, in poco, il blog di moda della Ferragni, diventa sempre più conosciuto.

Su tutti i social network, Facebook prima, Instagram poi, la popolarità di Chiara cresce sempre più.

Nel campo della moda inizia a farsi largo e sulla lista degli invitati delle sfilate di tutto il mondo, il suo nome è quasi sempre presente.

I followers su Instagram crescono sempre più, ad oggi ne conta all’incirca 11,5 milioni. Chiara decide di traferirsi in pianta stabile a Los Angeles, per ampliare il suo giro d’affari.

Nel 2014 partecipa come giudice al programma di successo Project Runway. La popolarità cresce e di conseguenza il suo fatturato annuo, nel 2014 è infatti di circa 8 milioni.

Non era mai accaduto prima. Mai, nella storia del web, una ragazza di provincia era riuscita ad ottenere un simile successo e di conseguenza un profitto economico così alto.

Diventa un caso da studiare. Nel 2015 viene invitata ad Harvard. Insieme al socio in affari Riccardo Pozzoli, terranno una lezione di economia, cercando di spiegare agli studenti della prestigiosa facoltà, come sia stato possibile creare un impero economico di tali dimensioni.

Nel frattempo il marchio registrato TBS (The Blonde Salad) diventa una linea di scarpe, poi di accessori, infine di abbigliamento. Il fatturato cresce a dismisura. Siamo nel 2017 e la Ferragni decide di dare una svolta lavorativa alla sua vita.

Il fedele socio, presidente di TBS ed ex compagno storico, Pozzoli, viene definitivamente allontanato dalla sua vita. Si vocifera che in parte la decisione sia stata presa anche per le gelosie del futuro marito, il rapper Fedez.

Chiara diventa quindi CEO del suo impero milionario. Al timone della sua impresa in modo totalitario, mettendoci la faccia, ma diventando anche la mente della macchina da soldi, che nel non troppo lontano 2009 aveva ideato.

Attualmente circa trenta sono i dipendenti dell’azienda TBS, tutti under trenta.

In poco meno di dieci anni, la Ferragni ha prima dato vita ad una nuova azienda, poi ad un nuovo modo di concepire il concetto di fare impresa, sfruttando in modo completamente rivoluzionario i social.

Non sappiamo cos’altro dovremmo aspettarci da una mente innovatrice come la sua, una cosa è certa, #TheBlondeSaladNeverStop!

 

 

La Redazione

Ciao! Sono la Redazione de La Testata – Testa l’informazione. Quando non sono impegnata a correggere e pubblicare articoli mi piace giocare a freccette con gli amici.
Back to top button