Primo PianoSport & Benessere

I trucchi da viaggio per capelli da sogno

Quando si è in vacanza la tentazione di viaggiare leggeri si fa sentire in modo impellente, come se non portare una valigia piena di flaconcini servisse a liberarci da periodi di forte stress o di tensioni. 

Effettivamente potrebbe venirci voglia di liberarci di un “peso” non solo emotivo, ma anche materiale, trascurando alcuni prodotti che potrebbero rivelarsi una manna dal cielo.

Allo stesso tempo però così come è indispensabile munirsi di creme per la protezione della pelle dai raggi solari, non si dovrebbero lasciar fuori dal bagaglio quegli escamotage che ci aiuteranno a non avere una chioma devastata della secchezza o dalla salsedine, dal cloro e da ulteriori stress. 

Ma quali sono questi “segreti” da non tenere solo per noi, bensì da diffondere con chi ci sta intorno?

In primo luogo basterebbe coprire i capelli con una bandana, un foulard, un cappellino o quello che più si addice ai propri look, in modo che ci sia un minimo di protezione dall’esposizione diretta al sole. 

Sia che le vacanze siano al mare o in piscina, è sempre consigliato darsi un’ultima rinfrescata con una doccia di acqua dolce.

Inoltre avere in pochette uno spray protettivo ed adatto al proprio tipo di capello, aiuta a non renderli aridi come il più remoto dei deserti. 

Anche in questo caso ci sono prodotti per tipologia di capello – quindi anche soluzioni più oleose per le chiome difficili da domare – e le fragranze profumate più disparate. Le cure e le attenzioni però non devono limitarsi soltanto all’esposizione al sole; anche il lavaggio e la fase di asciugatura devono essere accurate. 

Se i capelli appaiono secchi e difficili da pettinare, una noce di olio di cocco può fare miracoli. Vi prego, non strappateli dalle radici cercando di pettinarli ostinatamente quando sono ingarbugliati e annodati.

Vi lascio un trucchetto: dato che l’olio di cocco in estate diventa liquido e difficile da gestire, si può versare in stampini per i cubetti di ghiaccio e conservarlo conservarlo frigo, così da averne delle mini porzioni pronte all’uso.

Basta applicarne un cubetto o due sulle lunghezze dei capelli inumiditi prima dello shampoo per avere un effetto morbidezza immediato e una lucentezza invidiabile. 

In alternativa esistono anche altri impacchi che possono aiutare le nostre chiome, ma l’olio di cocco (insieme all’olio d’oliva) è certamente quello che richiede meno impegno sia nella preparazione, sia nel trasporto.

Dopo si può passare tranquillamente allo shampoo, con una bella maschera ristrutturante e un ultimo risciacquo con acqua fredda, come sprint finale per benefici  più duraturi.

Per l’asciugatura va evitata la temperatura del phone impostata al livello “fiamme dell’inferno”, specialmente dopo una giornata al mare. Quindi meglio prediligere un bel venticello fresco, tutto naturale, magari per un effetto più wild o una temperatura intermedia. 

Neanche a dirlo piastre e arricciacapelli sono da rimandare a settembre, almeno. 

Infine se i capelli sono troppo troppo troppo sfibrati, meglio fare un salto da Edward mani di forbice così da non portarci gli strascichi dei nostri errori troppo a lungo. 

Questi sono solo dei piccoli consigli singoli, ma se sfrutti tutti sinergicamente chi dice che non si può diventare Rapunzel? 

Alessandra De Paola 

Vedi anche: Ogni candido riccio un capriccio: basta demonizzare i capelli bianchi!

 

Alessandra De Paola

Ciao! Mi chiamo Alessandra De Paola e sono nata il 25 gennaio 1996, sono dell'Acquario e vi risparmio la fatica di fare calcoli: ho 24 anni mentre vi scrivo. Studio Lettere Moderne e sono redattrice per la Testata Magazine, mi piace indagare vari aspetti della vita così da trovare le mie inclinazioni. Ne ho contate 62, nessuna legata a quella precedente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button