Napoli, candidata a diventare capitale italiana del libro

Grazie al progetto “BiblioCity” il Comune di Napoli presenta una serie di eventi dedicati al libro durante il Maggio di Monumenti.

 

“BiblioCity, Napoli che legge, che narra, che scrive, che ascolta” è il titolo del progetto che prevede un anno ricco di eventi e attività legate alla lettura in una città che è sempre stata culturalmente eccezionale.

In occasione del tradizionale Maggio dei Monumenti che è giunto ormai alla sua ventisettesima e che avrà come tema principale “ il libro”, questo progetto avrà ragione di esistere e di spiccare il volo nel cuore dei napoletani e di tutti coloro che amano Napoli e la cultura.

Molti scrittori come Erri De Luca, Maurizio De Giovanni, Diego De Silva, Alessio Forgione e associazioni e librerie hanno aderito entusiasti come non mai a tale progettualità perché in linea con le loro corde partecipando all’evento. Tra le case editrici che sosterranno l’iniziativa basta citare la piccola e preziosa Dante&Descartes, che di recente ha vinto il Nobel per la letteratura, la giovane Marotta&Cafiero, Colonnese, Guida Editori, Polidoro, Homo Crivens, Valtrend, InKnot, Langella, Martin Eden.

È l’occasione giusta per rilanciare il gusto per la lettura, l’amore per la cultura e, perché no, un ritorno al passato fatto di pagine patinate che odorano di stampa! Chiaramente l’evento contemplerà anche l’utilizzo della tecnologia digitale dalla quale oggi non si può prescindere! E così, mano a mano, contempleremo il passato ed il presente con uno sguardo al futuro legati da un unico filo rosso: l’immaginazione ed il sogno.

Siamo tutti invitati a partecipare per la magnifica iniziativa, per la nostra città ma soprattutto per noi stessi perché leggere è l’unica dipendenza che non nuoce ed è la miglior cura per l’anima.

Ci saranno appuntamenti che invaderanno la città da febbraio dedicato agli innamorati con letture principalmente romantiche e a marzo con tematiche sul femminismo, nel periodo di natale si dedicheranno alle letture per l’infanzia e tutto il periodo autunnale ci si dedicherà alla scrittura cinematografica.

L’assessore alla Cultura del Comune di Napoli, Eleonora De Majo afferma: “La pluralità delle adesioni dimostra quanto la nostra città sappia farsi comunità quando c’è da scommettere tutti insieme per ottenere un riconoscimento. La presentazione della candidatura è stata una occasione per ricostruire una rete, preziosa, che non smarrita e che rappresenta. Una delle principali ricchezze della nostra città!”

La presentazione per la candidatura inoltre è stata presa dal Comune e da tutti i napoletani come un onore perché Napoli è bella… Da sempre da vivere guardare, ma soprattutto da leggere!

 

Ada di Domenico

 

Vedi anche 10 libri da leggere, commentare e amare