Sui tramonti della mia terra 

Al tramonto, la mia terra mi fa quasi dimenticare, con i suoi colori caldi e meravigliosi, tutto il grigio fumo di nubi tossiche che nell’aria si eleva.

Rifiuti nascosti che calpestiamo sotto i nostri piedi.

Terra dei fuochi, così la chiamano, perché invece di smaltirli i rifiuti si devono seppellire, le prove devono essere occultate.

Pian piano stiamo bruciando insieme a lei, la Nostra Terra. I suoi tramonti, i suoi frutti, il lavoro di chi ama questo posto, viene messo da parte da questo business.

Svegliamoci, facciamolo presto, altrimenti quello che vedremo sarà solamente un paesaggio di discarica, tossico e marcio come la mente di fa finta di niente.

 

Foto e didascalia di Maria Grazia Scrima

Vedi anche: Ferito