Utopia: la violenza sugli uomini non ti fa più ridere

Utopia.

Cos’è?

Quell’idea che vorresti vedere realizzata, ma che non sai se vivrai abbastanza per vederla.

L’utopia di oggi è dedicata violenza sugli uomini.

Lo sapeva Tommaso Moro quando scrisse il romanzo “Utopia”.

Il protagonista, Raffaele Itlodeo, viaggia in una fittizia isola-repubblica abitata da una società ideale.

Prima di Moro,  lo sapeva sicuramente Platone che si era posto il problema ne “La Repubblica”.

Ma oggi noi come la viviamo questa idea?

Come la gestiamo? Cosa ci viene in mente pensandoci?

L’odierna concezione dell’antico quesito è proprio questa. Il tassello che manca alla civiltà per raggiungere un grado più alto di progresso, quella goccia che se scorre nel mare ne diviene parte integrante.

 Il viaggio degli uomini contemporanei nel fulcro di ciò che vorrebbero ma non esiste.

Ora prova a fermarti, immagina il tuo personalissimo viaggio all’interno della tua personalissima città idea e racconta: qual è la tua?

Cosa ti piacerebbe vedere realizzato?

Non esiste il mondo ideale, ma potremmo, col passare del tempo, camminare verso la nostra famosa utopia e renderla, infine, realtà.

Alla prossima utopia.

 

 

Vedi anche: Utopia: un Presidente della Repubblica donna in Italia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi