Voglio una vita equilibrata: un’insolita cena tra amici

Hai una cena tra amici e ti ricordi delle loro problematiche alimentari?

Keep calm e leggi questo articolo!

Continuando con la nostra rubrica, oggi vi darò dei suggerimenti per preparare una cena tra amici.

Eccoti lì, mentre scrivi la lista della spesa, attanagliato dai mille dubbi. L’amico a dieta, quello con intolleranze e allergie, il vegetariano, vegano, salutista…

Non ti preoccupare, ti salvo io!

Oggi vi spiego come organizzare una cenetta sfiziosa e adatta a tutti.

Salati

Più che una ricetta voglio darvi dei veri e propri consigli per fare panini, bruschette, grissini, salatini o piadine leggerissimi!

Procuratevi farina, lievito, acqua e leggete i miei consigli:

  • La farina: potete usarle tutte però io vi consiglio di mixarle tra loro (integrale, manitoba, di farro, di orzo o di avena). Per i celiaci consiglio di utilizzare la farina di riso, mixata a quelle di legumi e all’amido di mais.
  • Per l’acqua non c’è nulla di meglio che imparare ad impastare ad occhio. Dopo svariati tentativi e strigliate da parte di mia mamma, ho finalmente capito che l’acqua messa a sentimento è sempre la soluzione più efficace, soprattutto se si utilizzano farine miste.
  • Per il lievito va benissimo uno qualsiasi, l’importante è stare attenti alle indicazioni.
    Personalmente sto amando il lievito madre essiccato, ma prima o poi imparerò a farlo fresco e condividerò con voi la ricetta!
  • Le ore di lievitazione sono il tassello più importante. Io sono un’amante delle lievitazioni lunghe, più lasciate riposare il panetto e più la vostra ricetta sarà digeribile.
  • Per rendere l’impasto più saporito aggiungete dell’olio extravergine d’oliva, oppure semini vari, yogurt magro ma anche fiocchi d’avena e spezie.

Infine vi lascio uno dei miei esperimenti preferiti, così sono riuscita a rendere l’impasto morbido e gustoso, ma soprattutto senza sensi di colpa.

Ingredienti

  • 250 g farina Manitoba
  • 350 g farina integrale
  • 25o g farina d’avena
  • 100 g farina di farro
  • 50 g fecola di patate
  • 300 g farina integrale
  • 300 gr di yogurt magro bianco (va bene anche quello vegetale)
  • 25 ml olio extravergine d’oliva (o semi di girasole)
  • una bustina di lievito madre essiccato
  • acqua (circa 300 ml)
  • 15 gr sale
  • b. semi vari

Procedimento: ho semplicemente setacciato le farine e amalgamato con i liquidi finché non si è formato un panetto morbido che ho lasciato lievitare 24 ore.

Alla fine ho creato varie forme: panini, grissini, salatini, così da averne per tutti i gusti.

Inoltre, questi alimenti possono essere conservati anche una settimana ed essere utilizzati come fonte di carboidrati.

Se proprio avete esagerato, potrete anche congelarli e poi scongelarli all’occorrenza, facendoli asciugare un 5 minuti nel forno. Sembreranno appena sfornati!

Accompagniamo questi deliziosi salati!

Le scelte sono veramente varie.

Io sono del parere che per una serata insieme bisogna rispettare le scelte di vita ed i gusti di tutti.

Proprio per questo quando invito i miei amici amo preparare cose diverse tra loro.

Parto da quella più semplice: degli insaccati.

Da quello più grasso per chi è libero da restrizioni: salame, pancetta, capocollo a quello più magro come bresaola o fesa di pollo fino al prosciutto senza glutine.

Idem per i formaggi, da mozzarella e parmigiano a formaggio spalmabile light o delattosati, scelta che poi accontenterà i vegetariani.

Possiamo optare anche per il pesce: salmone affumicato, tonno, sgombro e polpo. Poi perché non utilizzare anche verdure grigliate, tofu, seitan o anche frutta secca e avocado? I vegani ne saranno felici.

Per i panini, invece, oltre alla carne, hamburger e salsicce, grasse o magre, si possono adottare anche delle versioni hamburger o polpette di verdure o di legumi.

Anche in questo caso vi aiuterò io!

Per preparare le polpette o gli hamburger di verdure e legumi basta semplicemente cuocerli ed amalgamare con il pane o con le patate e condire con olio, sale e spezie. Le mie varianti preferite sono:

  • Polpette di patate bollite e piselli cotti al vapore. Dopo averli cotti schiaccio le patate con il passa patate e frullo i piselli con il frullatore ad immersione, amalgamo tutto, aggiungo l’olio, il sale e in questo caso mi piace mettere un po’ di zenzero.
  • Hamburger di lenticchie e pane. Dopo averle cotte le frullo e le amalgamo con il pane –  pane morbido, mollica, pan grattato o il pan carré –  aggiungo l’olio, il sale e in questo caso mi piace mettere un po’ di curcuma.
  • Polpettine di melanzane e zucchine. Mi piace grigliare le verdure e amalgamarle al pane e al pangrattato, tagliandole in pezzettini piccoli, così si sentirà la croccantezza delle verdure.
    In più si possono anche aggiungere dei semi – di lino, chia o papavero – oppure delle erbette essiccate, come il rosmarino e la menta.

Per la cottura avete piena libertà, ma se tra i vostri amici c’è quello a dieta o con problemi di stomaco, evitate la frittura – o almeno utilizzate la friggitrice ad aria – e optate per una cottura al forno.

Anche creme e salse possono essere per tutti i gusti!

Per accompagnare possiamo utilizzare anche  la salsa yogurt e le creme di verdure, erbe, semi o spezie.

Per la salsa yogurt basta munirsi di uno yogurt magro, uno yogurt greco e un po’ d’olio e sale. Amalgamare il tutto e servire. Aggiungendo delle erbette o delle spezie possiamo optare per delle salse più particolari, come:

  • salsa alla menta, timo e salvia
  • salsa con zenzero e curcuma
  • salsa al curry
  • salsa rosa, con la passata di pomodoro

Con le spezie possiamo creare delle salsine, cuocendole con l’acqua, finché non si addensano.

Per le creme di verdure, invece, bastano melanzane, zucchine o la zucca da cuocere al vapore finché non diventano morbide, per poi frullarle aggiungendo un po’ d’olio (e se occorre un po’ d’acqua) ottenendo infine una crema densa.

Ultime delizie: patatine croccanti senza frittura? Certo che si può!

Munitevi di patate, lavatele, pelatele e tagliatele a fettine sottili o a stick se preferite.

Il trucco sta nel farle stare un paio di ore in acqua e sale, per poi asciugarle bene, prima di cuocerle nel forno a 220 gradi per 20 di minuti.

Prima di spegnere, bisogna mettere la griglia sulla parte alta del forno (se c’è l’opzione grill è ancora meglio) e farle cuocere per 2-3 minuti, poi girandole dall’altro lato le lasciamo dorare per altri 2-3 minuti e le nostre patatine saranno pronte.

Insomma, con un po’ di fantasia e buona volontà si possono rendere tutti felici!

 

Federica Auricchio

 

Disegno di Giuseppe Armellino

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi