Cash Cash, Bling Bling: lo stock market in Animal Crossing

Benvenuti su Animal Crossing: New Horizons! Rilassatevi e tenetevi pronti ad entrare in un circolo vizioso di rape, speculazione finanziaria e sofferenza.

Ad un primo acchitto Animal Crossing potrebbe sembrare un innocuo gioco colorato, rilassante, quasi infantile, dove il massimo dell’azione è dato dalla cattura di un pesce raro o dall’acquisto di quel vestito che tanto sta bene al nostro personaggio… ma dietro questa facciata di estrema semplicità e monotonia si nasconde molto di più; ma andiamo con ordine.

Su Animal Crossing: New Horizons possiamo personalizzare qualsiasi cosa, dal nostro personaggio alla conformazione geomorfica dell’isola, ma per farlo ci serviranno (letteralmente) milioni di stelline, ovvero la valuta del gioco. Per arrivare in poco tempo a queste enormi cifre, però, la vendita di piante, animali e oggetti che troviamo sull’isola non è sufficiente.

Ecco arrivare in nostro soccorso Brunella e il suo mercato delle rape, detto anche “stalk market”.

Animal Crossing

Brunella è un NPC che ogni domenica, dalle 5 alle 12, farà capolino sulla nostra isola con il suo infinito carico di rape di sua nonna Nella, il cui prezzo varierà di volta in volta tra le 90 e le 120 stelline a mazzo. Queste rape, una volta acquistate, potranno poi essere rivendute a Mirco e Marco Nook, i due procioni proprietari dell’emporio dell’isola, che le acquisteranno ad un prezzo sempre diverso ogni giorno, con una variazione del prezzo dalle 9 alle 660 stelline. Ma c’è un problema: se non vogliamo veder marcire tutte le nostre rape e i soldi investiti, il tempo per rivendere il nostro carico è di solo una settimana.

Al pari di un vero e proprio stock market, la compravendita delle rape di Brunella è un azzardo rischioso che potrà farvi diventare schifosamente ricchi oppure farvi perdere tutto il frutto di ore e ore di gioco.

Le statistiche secondo cui i prezzi della vendita variano seguono quattro schemi ben precisi, molto simili agli andamenti di vere azioni all’interno di un sistema borsistico:

Piccolo picco: avremo un piccolo rialzo infrasettimanale intervallato da valori più o meno simili al prezzo di partenza di qualche moneta; il guadagno è basso ma assicurato.

Grande picco: dopo un aumento e un ribasso del prezzo di vendita iniziale giungeremo ad un picco di valore di vendita estremamente alto; è qui che le monete investite fruttano veramente, arrivando anche a sestuplicare il valore di partenza.

Diminuzione: questo pattern è il peggiore di tutti e allo stesso tempo uno dei più infimi, dal momento che si confonde facilmente con i primi due pattern elencati; l’unica speranza qui è quella di limitare le perdite!

Randomico: i prezzi sembrano seguire uno schema, ma non è così; non si è mai sicuri all’interno di questo pattern e la fortuna la fa da padrone.

Animal Crossing

Ma come l’alta finanza ci insegna, ad un mercato onesto, seppur rischioso, si affianca sempre un mercato più infimo e, apparentemente, dal profitto sicuro. Ebbene sì! Anche su Animal Crossing esiste un mercato nero parallelo, dove si possono vendere le proprie rape su isole di altri giocatori.

Sono tantissimi i siti in cui giocatori di Animal Crossing mettono a disposizione le proprie isole in cui rivendere le rape ad un prezzo alto, chiedendo in cambio degli insetimabili Nook Ticket oppure giusto qualche vestito o minerale prezioso. Alcuni di questi giocatori arrivano addirittura a modificare la data della propria console di giorni o addirittura mesi per cercare “nel tempo” il miglior prezzo a cui poter rivendere le rape e, di conseguenza, poter aumentare le proprie richieste per ogni giocatore che desiderasse fare affari con loro,

Morale? Immorale? Beh, come diceva Vespasiano “pecunia non olet”.

E ora scusatemi, devo scappare a vendere le mie rape che sennò stasera non si mangia!

 

Davide Cacciato

 

Vedi anche: Undertale: un gioco di cuore

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi