Voglio una vita equilibrata: perché rinunciare al primo piatto fuori casa?

Mi sono sempre chiesta perché le persone rinunciassero a un bel primo piatto sostanzioso ed energetico durante la pausa pomeridiana.

Non c’è dieta che regga senza carboidrati e per gli impegni lavorativi e/o universitari, alla fine, come dicevamo nel precedente articolo, basterebbe organizzarsi.

Per questa prima giornata di ricette unirò i due temi cardine di questa rubrica: i pranzi fuori casa e, soprattutto, il cibo salutare.

Ovviamente in base alle vostre esigenze potete variare le ricette, io vi do degli spunti, così lascio spazio alla vostra fantasia.

Riso, piselli e zucca
Questo primo piatto è buonissimo e nutriente, molto semplice da cuocere ed è versatile sia in inverno che in estate.
Basta semplicemente cuocere i piselli in abbondante acqua, aggiungere il riso e lasciar cuocere.
Nel frattempo pulite la zucca, privandola dei filamenti, dei semi e della scorza, tagliatela a fette e mettetela sulla placca del forno, con un filo d’olio e spezie/sale di vostro gradimento, facendola cuocere in forno caldo a 180°.

A fine cottura tagliate la zucca a dadini e aggiungetela al riso con piselli.
Se non vi piace la zucca potete sostituirla con le carote bollite o dei funghi al forno/trifolati, sono degli accostamenti ottimi che vi consiglio vivamente.
Ecco un piatto unico e ricco di carboidrati, vitamine e ferro.
Adatta a tutti: vegetariani, vegani, intolleranti al lattosio, celiaci.

 

Pasta con Peperoni all’insalata
Ultimamente ho sperimentando questa pasta all’insalata, soprattutto per chi non può permettersi di riscaldare il pranzo quando è fuori casa.
Basta semplicemente arrostire i Peperoni, privarli della buccia e condirli a vostro piacimento. Io amo utilizzare giusto un po’ di aceto balsamico.
Nel frattempo preparare la pasta e unirla poi ai peperoni.
Per questo primo piatto ho delle varianti:
-VERSIONE PROTEICA, aggiungere il pollo cotto in forno con un po’ d’acqua e, successivamente, tagliato a cubetti.
-VERSIONE VEGETARIANA, aggiungere una scatoletta di tonno.
-VERSIONE VEGANA, aggiungere delle olive nere e/o verdi.
Insomma ce ne sono per tutti i gusti, scegliete quella che più si avvicina alle vostre esigenze.

 

Pasta fresca con melanzane e zucchine
Per questa volta ho preferito condividere tre ricette fresche che possono essere consumate tranquillamente fredde, la prossima volta tranquilli, vi darò delle ricette calde, adatte anche al freddo invernale.
Per la cottura delle melanzane e delle zucchine personalmente amo quella al forno.
Per le prime taglio le melanzane a metà e inserisco su una teglia bucherellando la parte della buccia, una volta cotte, le taglio a spicchi.
Per le zucchine, invece, le taglio a fettine o rondelle e le metto sempre in una teglia.
Lascio cuocere per una ventina di minuti e, successivamente, taglio le melanzane a cubetti.
Mescolo le due verdure alla pasta con un filo d’olio ed il gioco è fatto.
Anche per questa ricetta ho varie versioni:
-PROTEICA, sempre con pollo o tonno
-FORMAGGIOSA, è molto sfizioso aggiungere un po’ di formaggio spalmabile fatto fondere insieme alla pasta oppure una fettina di formaggio tagliato a cubetti; per gli intolleranti al lattosio basta prendere quelli delattosati.
-VEGANA, aggiungere un po’ di tofu fatto cuocere in un passata di pomodoro e mescolare il tutto, vi verrà fuori una mezza siciliana-vegana; ora le care nonne ci prenderanno a bastonate!

A parte gli scherzi, spero che questi tre consigli vi siano utili per i vostri pranzi fuori casa.
Perché diciamocela tutta, la pizzetta al bar o il panino col prosciutto magro, dopo un po’ stancano!

Federica Auricchio
Leggi anche Pranzi fuori casa? Impariamo ad essere ecologici, è semplice!

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi