CineByte: Il grande Lebowski

“Quel tappeto dava davvero un tono all’ambiente”.

Titolo originale: The Big Lebowski (Il grande Lebowski)

Anno di uscita: 1998

Paese di produzione: Stati Uniti d’America, Regno Unito

Regia: Joel Coen

Sceneggiatura: Joel Coen ed Ethan Coen

Drugo” è un disoccupato fannullone rimasto ancorato negli anni Settanta che passa le sue giornate ascoltando musica, fumando spinelli e giocando a bowling con i suoi migliori amici, Walter e Donny. Per un puro caso di omonimia, Jeffrey Lebowski si trova coinvolto in un gigantesco complotto avente come obiettivo un borioso miliardario paralizzato sulla sedia a rotelle, tenuto a saldare i debiti di sua moglie. Pur di essere risarcito dei danni recati al suo meraviglioso tappeto – e il tono che dava all’ambiente – il Drugo avrebbe fatto di tutto; la situazione, però, gli sfugge di mano.

L’iconico personaggio del Drugo è ispirato ad un amico dei fratelli Coen, Jeff Dowd, che nei Seattle Seven, movimento contro la guerra del Vietnam menzionato dal personaggio nel film, aveva proprio il soprannome di Dude (reso in italiano come Drugo).

L’eroe più pigro di tutti i tempi è diventato un’icona della nullafacenza e la sua filosofia una vera e propria religione: il Dudeismo ha come principio fondamentale “Sì, beh, questa è solo, tipo, la tua opinione, uomo”, un inno alla pigrizia e al ritiro dalla frenesia e dalle insoddisfazioni del mondo moderno.

 

Vedi anche: Dare un bel tono alla tua sceneggiatura seguendo “Il grande Lebowski”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi