Pesce d’aprile

Il pesce d’aprile è una tradizione molto amata dai bambini che si svolge ogni primo aprile e consiste nella realizzazione di scherzi.

Le origini di questa usanza non sono chiare, alcuni studiosi hanno ipotizzato che forse è nata in età classica e, in particolare, hanno intravisto alcune comunanze con l’usanza nel mito di Proserpina e nella festa pagana dei Veneralia.

Le teorie più accreditate, però, sono tre:

  • La prima racconta che il beato Bertrando di San Genesio, avrebbe liberato miracolosamente un papa soffocato in gola da una spina di pesce; per gratitudine il pontefice avrebbe decretato che ad Aquileia, il primo aprile, non si mangiasse pesce.
  • La seconda si colloca nel 1500 in Francia del XVI secolo, prima dell’adozione del Calendario Gregoriano, quando era usanza celebrare il Capodanno tra il 25 marzo e il 1º aprile, occasione in cui venivano scambiati pacchi dono. Con la riforma la festività fu spostata al 1º gennaio e da qui sembra sia nata la strana tradizione, col nome di Poisson d’Avril, Pesce d’aprile, durante la quale venivano scambiati dei pacchi regalo vuoti in corrispondenza del 1º di aprile, volendo scherzosamente simboleggiare la festività ormai obsoleta.
  • La terza vede protagoniste le prime pesche primaverili. I pescatori, spesso, nei primi giorni di aprile, non trovavano pesci sui fondali e, tornando in porto a mani vuote, venivano derisi dai concittadini.

 

Qualunque essa sia l’origine, una cosa è certa, il primo aprile devono esserci  scherzi e pesci di cioccolata!

Leggi anche Leggende, tradizioni e curiosità sulla Festa dei morti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi