Scioglimento dei ghiacciai: in Antartide emerge una nuova isola

La notizia delle temperature record in Antartide ormai non è più una novità. La novità è invece che dallo scioglimento dei ghiacciai è emersa una nuova isola. È completamente fatta di roccia e il suo nome è Sif Island.

Una storia, quella delle eccessive temperature in Antartide, che per quanto preannunciata si sta mostrando più critica che mai. Poco più di un mese fa, il 6 febbraio 2020, la colonnina di mercurio registrava una delle temperature più alte mai raggiunte: 18,3 gradi. La stessa temperatura registrata anche a Los Angeles nello stesso giorno. Ma la storia non finisce qui. Tale record, che sembrava impensabile, è stato addirittura superato. Solo qualche giorno dopo infatti le stazioni metereologiche hanno registrato in Antartide una temperatura di ben 20 gradi. Ciò non ha potuto che comportare un diffuso scioglimento dei ghiacciai. Con il raggiungimento di tali temperature, le possibilità che si formi nuovo ghiaccio sono piuttosto esigue.

Il caldo record ha però regalato una sorpresa. È emersa infatti dallo scioglimento dei ghiacciai una nuova terra, del tutto sconosciuta, fatta di roccia che è stata battezzata dai ricercatori Sif Island, dal nome di una dea norrena della Terra.

I ricercatori della Thwaites Glacier Offshore Research hanno spiegato che in principio pensavano fosse semplicemente un ghiacciaio sciolto al punto di mostrare il suo cuore roccioso. Ma non era così. Dopo ulteriori accertamenti hanno scoperto infatti che si tratta di un pezzo di roccia che si è staccato dalla piattaforma di Pine Island.

L’isola è probabilmente emersa a causa del processo chiamato rimbalzo glaciale. Il ghiaccio sciogliendosi allevia la pressione sul continente sottostante; di conseguenza il continente può “rimbalzare” o sollevarsi più in alto di prima.

È emersa così Sif Island, per ora ancora assente sulle mappe. Sif è lunga circa 350 metri ed è quasi completamente ricoperta di ghiaccio. È stata avvistata poiché il suo cuore è composto da roccia scura che si distingue dal tipico candore dei ghiacciai (per quanto disciolti). L’isola è abbastanza grande per essere avvistata anche via satellite, solo che fino ad ora la calotta di ghiaccio che la sovrastava ne rendeva impossibile l’avvistamento.

Sono decenni che ci parlano di quanto sia grave la storia dello scioglimento dei ghiacciai, che è sempre stata sentita però troppo distante da noi. Chissà, forse la scoperta di una nuova isola, la morte di intere colonie di pinguini o le immagini di indifesi orsi polari che navigano su di un blocchetto di ghiaccio troppo piccolo per metterci tutte e quattro le zampe riusciranno a farci riflettere su ciò che sta accadendo. E sul cambiare le nostre abitudini.

 

Francesca Caianiello

Vedi anche: Domitila Chungara: la donna che fece cadere la dittatura