Banksy: come tramutare un clochard in Babbo Natale

Birmingham, dicembre 2019. Banksy ha colpito ancora: il suo ultimo murales rappresenta delle renne in volo accanto a una panchina, che magicamente si trasforma nella slitta di Babbo Natale. Ed ecco che il clochard che si distende lì a riposare finisce con il rappresentare Babbo Natale stesso.

Nuovo murales, nuovo virale video. Banksy colpisce ancora. Il writer, la cui identità resta tutt’ora un mistero, ha ancora una volta dominato la scena. I suoi murales da sempre sono mezzo di denuncia: si tratta di politica, etica, cultura. Questa volta un messaggio sociale, in un periodo dell’anno delicato, quello che precede il Natale e porta con sé la sua serie di buoni propositi.

Un messaggio meno graffiante del solito, di certo non satirico, ma profondo. Nel mese del consumismo dilagante, Banksy non fa ironia ma prova solo a riportare tutti con i piedi per terra. Il suo non è altro che un invito: restare umani. Mentre si è di corsa, si pensa al denaro, ai regali, c’è chi sta lì che dorme su un cumulo di stracci. Ma con una panchina a fare da slitta e delle renne davanti a sé può anche trasformarsi in Babbo Natale: un Babbo Natale senza tetto.

Il video è stato pubblicato da Banksy sul suo profilo Instagram corredato da queste parole: “Dio benedica Birmingham. Nei 20 minuti in cui abbiamo filmato Ryan su questa panchina, i passanti gli hanno offerto una bevanda calda, due barrette al cioccolato e un accendino – senza che lui chiedesse niente”.

Una denuncia sociale, ma non satirica. Un modo semplice per porgere la mano a chi è meno fortunato, fargli una carezza, perché si senta meno solo in un periodo in cui lontani dagli affetti ci si sente più soli che mai.

Ecco il video virale che ha invaso il web:

 

Francesca Caianiello

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi