Ricomincio dai libri 2019 overo lo trattenimento de peccerille

Ogn’ anno, i primi di ottobre, c’è l’usanza

per i lettori di andare a Ricomicio dai Libri

Ognuno ll’adda fa’ chesta crianza;

ognuno adda tené chistu penziero.

Ogn’anno puntualmente, in questo giorno,
di questa gioiosa e bella ricorrenza,
anch’io ci vado, e con la scrittura adorno
il sito internet e La Testata

St’anno m’è capitata ‘n’avventura…
dopo di aver organizzato la redazione
(Madonna), si ce penzo, che rottura!
ma po’ facette un’anema ‘e curaggio.

‘O fatto è chisto, statemi a sentire:
s’avvicinava ll’ora d’ ‘a pubblicazione:
io, toma toma, stavo per pubblicare
buttando un occhio a qualche pezzo del programma.

“QUI DORME IN PACE IL MIO NOBILE REDATTORE
SIGNORE DELLA SEZIONE ARTE E CULTURA
ARDIMENTOSO EROE DI MILLE EVENTI NAPOLETANI
ADDORMENTATO DALLE 11 DI SERA DEL 4/10/2019”

‘O cellulare staccato ngopp ‘o comodino…
… sotto ‘nu letto a ponte chieno ‘e merendine;
tre joystick ‘e PS4 e cu ‘na busta ‘e patatine:
maionese, toast e sei pacchi d’aspirine.

Proprio azzeccata ‘o liett ‘e stu signore
nce steva n’ato piccerello
abbandunata, senza manco un po’ d’amore;
pe’ segno, solamente ‘na cartuscella.

E ncoppa ‘a carta appena si liggeva:
“SCRIVERE ARTICOLO RDL”.
Guardannola, che ppena me faceva
stu muorto senza manco n’ aiutino!

Questa è la vita! ‘Ncapo a me penzavo…
chi ha avuto tanto e chi nun ave niente!
Stu povero maronna s’aspettava
ca pure a casa soja era sorvegliato?

Mentre fantasticavo stu penziero,
s’era ggià fatta quase mezanotte,
e i’ rummanette ‘chiusa priggiuniera,
muorto ‘e paura… nnanze ‘a PS4.

Tutto a ‘nu tratto, che veco ‘a luntano?
Ddoje ombre avvicenarse ‘a parte mia…
Penzaje; stu fatto a me mme pare strano…
Stongo scetata … dormo, o è fantasia?

Ate che’ fantasia; era ‘o Vice art director:
c’ ‘o sito, ‘o calendario d’uscite e c’ ‘o capo revisore;
chell’ata appriesso’ a isso un brutto computer portatile:
tutta storta e cu ‘na scopa mmano.

E chillo certamente è don Antonio Alaia…
‘o muorto puveriello… ‘o redattore.
‘Int’ a stu fatto i’ nun ce veco chiaro:
so’ muorte e s’ addormono a chest’ora?

Putevano stà ‘a me quase ‘nu palmo,
quando ‘o Vice se fermaje ‘e botto,
s’avota e, tomo tomo… calmo calmo,
dicette a don Antonio: “Giovanotto!

Da voi vorrei saper, vile carogna,
con quale ardire e come avete osato
di prenotare, per mia vergogna,
uno spazio in calendario tanto blasonato?!

La casta e casta e va, si, rispettata,
ma voi perdeste il senso e la misura;
la vostra opera andava, si, pubblicata;
ma nel dropbox revisori!

Ancora oltre sopportar non posso
la vostra vicinanza puzzolente.
Fa d’uopo, quindi, che cerchiate un altro sito
tra i vostri pari, tra la vostra gente”.

“Signor Vice, nun è colpa mia,
i’ nun v’avesse fatto chistu tuorto;
ma la freva è stata a ffa’ sta fessaria,
i’ che putevo fa’ si ero influenzato’?

Si fosse sano ve farrie cuntento,
pigliasse ‘0 blocchetiello cu ‘e qquatt’ scipp’,
e proprio mo, obbj’… ‘nd’a stu mumento
mme ne iesse dinto alla fiera.”

“E cosa aspetti, oh turpe macreato,
che l’ira mia raggiunga l’eccedenza?
Se io non fossi stato un titolato
avrei gih dato piglio alla violenza!”

“Famne vedé… piglia sta violenza…
‘A verità, ‘o Vi’, mme so’ scucciato
‘e te senti; e si perdo ‘a pacienza,
mme scordo ca so’ malato e so’ mazzate!…

Ma chi te cride d’essere… nu ddio?
Ccà dinto, ‘o vvuò capì, ca simmo eguale?…
… Redattore si’ tu e redattore so’ pur’io;
ognuno comme a ‘n’ato è tale e qquale.”

“Lurido porco!… Come ti permetti
paragonarti a me ch’ebbi ruoli
illustri, nobilissimi e perfetti,
da fare invidia a Capi Redattori modiali?”

“Tu qua’ Natale … Pasca e Ppifania!
T’ ‘o vvuo’ mettere ‘ncapo… ‘int’ ‘a cervella
che staje malato ancora ‘e fantasia?…
‘O giornalismo  ‘o ssaje ched’e”…. e una livella.

‘Nu redattore, ‘nu caporedattore, ‘nu vice e nu capo revisore
trasenno stu canciello ha fatt’ ‘o punto
c’ha perzo tutto, l’articolo e pure l’esclusiva,
tu nun t’he fatto ancora chistu cunto?

Perciò, stamme a ssenti… nun fa’ ‘o restivo,
suppuorteme – che te ‘mporta?
Sti ppagliacciate ‘e ffanno sulo l’ influencer:
nuje simmo serie… appartenimmo e redattor’!”

 

Una goliardica rappresentazione di scena con tributo al Principe Totò, la storiella ve l’abbiamo raccontata per ricordarvi che i giorni 4, 5 e 6 ottobre il FOQUS di Napoli ospiterà l’edizione 2019 di Ricomicio dai Libri, la fiera napoletana dell’editoria indipendete. Ci trovate lì a chiacchierare e raccogliore materiale per voi, i nostri lettori.

NB Nessun redattore è stato maltrattato per scrivere questo articolo, le situazioni sono fittizie o plausibili…

O forse no…

Ricomincio dai Libri 2018

Benedetta De Nicola

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi