Sigalit Landau e le sculture di sale

Un tempo il sale era usato prevalentemente per la conservazione degli alimenti, in un altro periodo storico, invece, era anche uno dei tre elementi fondamentali per la trasmutazione alchemica.

Oggi c’è chi invece si serve del sale per le sue sculture.

Da diversi anni ormai l’artista israeliana Sigalit Landau utilizza il Mar Morto come laboratorio per i suoi lavori. Insieme al suo team, immerge oggetti di vario tipo nell’acqua finché il sale cristallizzandosi dà vita a nuove forme e idee.

Un esempio?

L’immersione di un abito da lutto nero, ha donato una tonalità bianca alla stoffa facendolo diventare simile d’aspetto ad un vestito nuziale.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi