Turismo alternativo: Madrid come non l’hai mai vista

Al giorno d’oggi grazie alla tecnologia e a internet possiamo trovare le informazioni che ci servono con estrema facilità. Ciò ha portato i viaggiatori verso la scoperta di nuove città solo muniti di uno smartphone con connessione dati e l’applicazione della mappa.

Quando si vuole visitare un luogo che non si conosce basta cercare su internet i luoghi di interesse, le cose da fare, cosa visitare eccetera per poter stipulare tranquillamente un itinerario e avere tutto pronto: certo, così è facile. Di siti che parlano di cosa fare e/o vedere in un determinato luogo ce ne sono a bizzeffe, ma quale pagina web ti consiglia realmente cose che non siano scontate ed estremamente ripetute?

Ovviamente è bello e sicuramente interessante visitare le attrazioni turistiche, ma per vivere davvero una città, le sue caratteristiche e peculiarità, è necessario dedicarsi all’avventura, girare senza meta, prestare attenzione alle piccole cose e scoprire il più possibile senza l’aiuto di nessuna guida scontata. Questo è quello che ho fatto a Madrid, e questa è la mia speciale lista delle scoperte:

  • Malasaña, un quartiere sempre stracolmo di gente, il più caratteristico. Qui si trovano piccole e particolari discoteche che si animano durante la notte grazie alla loro musica rock e punk. Non spiccano solo i locali notturni, ci sono anche bar, ristoranti e pub, luoghi dove gli studenti possono divertirsi al termine di una lunga settimana di studio.
  • Negozi di vestiti vintage venduti al chilo. Passeggiando per la Gran Vía, addentratevi nei vicoletti che vi sembrano più caratteristici e se avrete fortuna troverete varie stradine con particolari negozietti che vendono vestiti vintage al chilo. Un vero affare per gli amanti del genere!
  • Bar tutti da scoprire. Dopo un’intera mattinata dedicata all’esplorazione anche i piedi del viaggiatore più forte e intrepido vorranno riposare. Quale modo migliore se non gustando qualcosa di fresco? A Madrid ci sono tanti locali che, apparentemente, sembrano normalissimi… ma che si rivelano straordinari. La mia personale scoperta è stato un bar-spiaggia: nel vero senso della parola c’era un’intera sala piena di sabbia dove poter camminare a piedi nudi, riposare su piccole e basse sedioline e godere della particolarissima atmosfera. Inoltre il cibo e le bevande erano davvero economici!
  • La vista di Madrid da un grattacielo. Alla fine del viaggio sarebbe bello salutare al meglio la città che ci ha ospitati e stupiti, magari ammirandola in tutto il suo splendore dall’alto. Percorrete la Gran Vía e dirigetevi verso un altissimo edificio chiamato Círculo de Bellas Artes, lì potrete salire fino agli ultimi piani (pagando €4, ma che ne valgono davvero la pena) e ammirare la città da ogni punto di vista. La terrazza che ci offre questo spettacolo si può percorrere lungo tutto il suo perimetro per avere una vista panoramica a 360°. Inoltre lì si potrà mangiare e bere, adagiandosi su comodi divani e rilassandosi con la città ai propri piedi.

Le cose da scoprire sono sempre tante e dietro l’angolo: questo articolo vuole essere un invito a esplorare e stupirsi sempre e comunque!

 

Teresa Labriola

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi