Ficcante

Esiste una storia di paura che un mio amico mi raccontava da piccolo. Ad un certo punto di questa il fantasma omicida canticchiava una piccola litania in napoletano inserendo il nome del malcapitato al quale si raccontava la storia, nel mio caso Raffaele, ve la traduco:

“Raffae’ ficcati sotto figlio mio, ficcati sotto figlio mio”, così faceva.

Questo consiglio mi fa venire in mente il termine ficcante.

Significa penetrante, incisivo, efficace.

Lo era così tanto che subito correvo a casa a ficcarmi sotto le coperte per la paura.

 

Più divertente il termine satollo, scoprilo cliccando qui.

https://www.latestatamagazine.it/?s=satollo

 

 

 

 

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi